Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Abito made in Naples per la regina della canzone italiana

Sanremo: Domani lo stilista Gianni Molaro vestirà Nilla Pizzi


Sanremo: Domani lo stilista Gianni Molaro vestirà Nilla Pizzi
17/02/2010, 16:02

SAN REMO - Nilla Pizzi, la celebre interprete di “Grazie dei Fiori” con cui trionfò nel 1951 al festival di Sanremo, ha scelto la firma dello stilista campano Gianni Molaro per il suo ritorno sul palco dell’Ariston, dove apparirà domani sera al fianco di Carmen Consoli che riproporrà a sua volta il brano che la rese famosa. Una scelta tutt’altro che scontata quella della signora della canzone italiana, originaria di Sant’Agata Bolognese e residente a Milano, ben lontano quindi dall’atelier partenopeo di Molaro che infatti nelle scorse settimane si è recato a più riprese presso lo studio milanese LM realizzando a tempo da record, appena quindici giorni, un abito come sempre da favola, degno dell’evento per cui è stato concepito. “Lì per lì avevo declinato l’invito – commenta infatti Molaro – per via del troppo poco tempo a disposizione, ma è stato solo un attimo: il giorno dopo ero già all’opera, non potevo non vestire quella che io ritengo sia la vera regina del festival e soprattutto desideravo che il mio abito non passasse inosservato. Cercavo qualcosa di esagerato, anche se lo stile della signora Pizzi mi imponeva un certo rigore, ma alla fine sono riuscito a coniugare le sue necessità con il mio estro creativo. Il mio abito si farà notare, ne sono certo”.
La Pizzi sarà accompagnata sul palco da cinque ragazzi napoletani in abito scuro che l’aiuteranno a gestire l’abito mentre Andrea Giumella, socio dell’artista – stilista ed amministratore della società, terrà sotto braccio la novantunenne regina indossando a sua volta un abito bianco disegnato ovviamente sempre da Molaro.
“Il mio abito – conclude Molaro - è un omaggio a due sue canzoni , “Grazie dei fiori” e “Vola colomba”. Il 12 febbraio in occasione dell’ultima prova del vestito Nilla Pizzi guardandomi soddisfatta e gioiosa mi ha detto: Mio Dio, che paura ritornare a Sanremo. La sua emozione è anche la mia, e per questo ho deciso che la sera del 18 sarò dietro le quinte del teatro Ariston a coordinare tutti i dettagli della sua entrata in scena. Voglio che tutto sia perfetto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©