Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Il cantante presenterà un pezzo controverso su Eluana

Sanremo, in arrivo doppia patata bollente per Povia


Sanremo, in arrivo doppia patata bollente per Povia
16/01/2010, 14:01

SANREMO - Ancora polemiche per Povia a Sanremo. Il cantante milanese, come è noto, presenterà un pezzo sulla tragica vicenda di Eluana Englaro. Nei giorni scorsi sono stati diffusi alcuni versi del testo che recitano: "'La verità è che io voglio vivere/la verità è che io voglio sopravvivere/per favore la spina non staccare/lo sai che io posso ancora procreare'. Subito alcune associazioni hanno manifestato sdegno per i versi controversi. La direzione artistica di Sanremo, rappresentata da Giuseppe Mazzi, però, ha preso le distanze, smentendo la versione del testo.
I guai, però, per Povia non finiscono qui. Ad Udine, infatti, c'è un giovane cantautore, Nicolas Rosan, che dichiara di aver scritto, a dicembre 2008, un pezzo intitolato Eluana, arrangiato, caso vuole, proprio dall'attuale chitarrista di Povia, Raffaele Chiatto. 
Accuse di plagio? Rosan ci va cauto: "Quando ho sentito che Povia andava davvero a Sanremo con una canzone su Eluana a febbraio, abbiamo deciso di farla uscire anticipatamente a fine gennaio. Io la canzone di Povia non l'ho sentita. Non la conosco e non ho idea se c'entri nulla con la mia. Ma la coincidenza certo è strana. Però io presentai il mio progetto ai musicisti e al manager che oggi seguono Giuseppe Povia. La mia canzone è stata appoggiata dall'associazione 'per Eluana' ed ha avuto il consenso di Beppino Englaro. Ora che Povia porta a Sanremo questa canzone e tutto il progetto Eluana perderà sicuramente il valore e la visibilità che avrebbe meritato".
Pronta la replica, infastidita, di Povia: "Non conosco questo brano e non so niente di questa storia. Raffaele Chiatto è semplicemente il mio chitarrista. E con questo? Su Eluana saranno state scritte mille cose. Sai quante volte ho pensato sentendo un brano di un collega: c'avevo pensato prima io a fare un pezzo su questo. Ma non mi sono mai sognato di dire che l'idea di un brano altrui era mia. Questo mi sembra solo un tentativo di farsi pubblicità".

Commenta Stampa
di Davide Schiavon
Riproduzione riservata ©