Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Sanremo, la regia di Forzano a servizio della bellezza


Sanremo, la regia di Forzano a servizio della bellezza
13/02/2014, 14:41

SANREMO - Innovazione tecnologica, riprese dinamiche e ‘Godzilla’ al servizio della bellezza. Questa è l’idea di Duccio Forzano, che firma la regia della 64esima edizione del Festival di Sanremo. “Già lo scorso anno – spiega Forzano – riuscimmo ad avere, grazie alla Rai, il Tecnocrane, una gru comandata a distanza in grado di variare la sua estensione durante le riprese da un metro fino a sette.

Questa volta nel Teatro Ariston oltre al Tecnocrane, disponibile in un modello più avanzato tecnologicamente, verrà utilizzata una Floorcam, da me soprannominata ‘Godzilla’, per le sue sembianze, che opererà su tutto il perimetro frontale del palco e che sarà dotata di un braccio molto simile ad un Dolly. Ciò mi consentirà di alzare la telecamera da 30 cm fino a un metro”. Un’altra novità di quest’anno sarà la Spider Cam 2d che sarà posizionata davanti all’orchestra e grazie alla quale Forzano potrà proporre inquadrature suggestive con piani sequenza, spaziando così da un punto estremo all’altro dell’impalcatura che ospita l’orchestra.

“Con Fabio Fazio – racconta il regista – al quale mi lega un lungo rapporto professionale e di amicizia caratterizzato da grande confronto, e la scenografa Trixie Zitkowsky, abbiamo iniziato a concepire il progetto scenografico dall’estate scorsa, con il preciso obiettivo di valorizzare il concetto di grazia nelle proporzioni e nelle forme”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©