Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Santa Maria Capua Vetere, Max Gazzè lezione sul rapporto musica-parola


Santa Maria Capua Vetere, Max Gazzè lezione sul rapporto musica-parola
29/10/2013, 14:37

SANTA MARIA CAPUA VETERE - Lunedì 4 novembre alle 11.30, nell’Aula 1 dell’Aulario della Facoltà di Lettere dell’Università di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, MAX GAZZÉ (in concerto al PLAUTOTEATROSTUDIO di San Nicola La Strada, in provincia di Caserta, il 6 novembre alle ore 21, per la “data zero” del nuovissimo tour “AL TEATRO SOTTOCASA”) diventerà “professore per un giorno” e terrà una “lezione fuori dal comune” sul rapporto tra musica e parola.
Romano, classe 1967, MAX GAZZÈ è un cantautore ed un bassista, che si è distinto per aver fuso generi diversi ed aver cercato originali sperimentazioni. Non a caso oggi è considerato tra gli interpreti più raffinati del pop d’autore contemporaneo. Fin dagli inizi della sua carriera ultraventennale, MAX GAZZÈ ha saputo mettere il testo al centro delle proprie canzoni, anche grazie alla preziosa collaborazione del fratello Francesco, poeta e scrittore. Una buona dose del suo indiscutibile successo di pubblico e di critica risiede nella ricerca linguistica e lessicale, che ha sempre caratterizzato la sua produzione, dal primo singolo, “Cara Valentina”, all’ultimo successo, “Sotto casa”.
Ancora pochi giorni ed il “Professor Gazzè” vestirà, per la prima volta, i panni del docente per spiegare agli studenti cosa “Una musica può fare” con le parole e viceversa. La sua attesissima lezione, rigorosamente aperta al pubblico, sarà un momento di incontro e confronto con il territorio casertano, che da sempre ha accolto MAX GAZZÈ con grande entusiasmo.
Consideriamo questo evento uno spunto particolarmente stimolante” ha dichiarato la Direttrice del Dipartimento di Lettere e Beni culturali dell’Università di Santa Maria Capua Vetere, la Professoressa Rosanna Cioffi, “che permette alle tradizioni e al passato, che stanno a cuore ad un insegnamento come quello al centro della Facoltà di Lettere, di dialogare con i valori e la modernità del genere pop. È la prima volta che ospitiamo un rappresentante del mondo della musica. Stamattina, quando ho comunicato ai miei studenti che lunedì prossimo sarebbe venuto MAX GAZZÉ, si è levato un coro entusiasta”.
“Come promesso” ha commentato il Direttore Artistico del teatro, Casimiro Lieto “il PLAUTOTEATROSTUDIO, che nasce nel segno di una decisa rottura con le programmazioni ordinarie, sarà una ribalta aperta al territorio: un modo di essere e fare spettacolo, che andrà oltre il senso tradizionale di fare palcoscenico. ‘Unusual Performance’ saranno gli spettacoli in cartellone da gennaio, come ‘Unusual Performance’ sarà tutto quello che si porteranno dietro. Questa ouverture intende essere solo un primo ‘la’ ad un’opera aperta, che il PLAUTOTEATROSTUDIO vorrà scrivere con la partecipazione e l’emozione di tutti. Ancor più aiutandole con innovativi interventi di tecnologia che, dall’inizio della programmazione ufficiale (audio 9.1 e luci a led organiche, per esempio), trasformeranno ogni piccola fruizione in una grande esperienza”.
Una mattinata particolare, quella che il cantautore romano regalerà all’Università di Santa Maria Capua Vetere, prima di essere protagonista della ripresa dell’attività dell’innovativo PLAUTOTEATROSTUDIO di San Nicola La Strada, in provincia di Caserta, dove MAX GAZZÈ si esibirà il 6 novembre, portando sul palco la “data zero” del nuovissimo tour “AL TEATRO SOTTOCASA”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©