Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Ormai è tutto pronto per il 3 novembre

Santoro presenta il suo "Servizio Pubblico": "Scassiamo la casta"


Santoro presenta il suo 'Servizio Pubblico': 'Scassiamo la casta'
31/10/2011, 15:10

ROMA - Conferenza stampa di presentazione del programma "Servizio Pubblico", che Michele Santoro condurrà per la prima volta il prossimo 3 novembre, dal titolo "Scassiamo la casta"; tra gli ospiti il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, l'imprenditore Diegio della Valle, oltre agli inossidabili Vauro (che promette una sorpresona) e Marco Travaglio. E il conduttore si scatena: "Quella di Servizio Pubblico è una tv che sale sulla gru. Dal 3 novembre il giovedì sarà una giornata di sciopero contro la tv che ci fa schifo". E poi: "La trasmissione è uno schiaffo al potere che vuole costruire una tv a sua immagine e somiglianza, una scelta di disordine culturale. E il destinatario di questo messaggio non è solo il premier ma la politica nel suo insieme. Sono convinto che molti, che erano abituati a subire le scelte di palinsesto in poltrona, stanno già usando il telecomando come si usa internet. Se avremo successo saremo di fronte a un colossale sciopero dei telespettatori italiani, uno sciopero perché la tv che c'è ci fa schifo".
Una critica che non dipende dal fatto di essere stato estromesso dalla Rai, perchè "un'editore è liberissimo di cacciare Michele Santoro e Serena Dandini a patto però di avere un'alternativa valida da mandare in onda. Non gli annali. La Rai è una delle poche aziende ancora importanti di questo Paese ma se non cambia finirà nella m... Bisogna avere il coraggio di chiedere perché Celentano e Luttazzi non abbiano diritto di fare tv in Italia. E' una vergogna nazionale che non ci sia scandalo per questi veti. Che credibilità ha la Rai senza satira? Va bene Checco Zalone, ma dobbiamo vedere solo Checco Zalone?".
Una presa di posizione che trova in pieno accordo il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro, il quale ha offerto anche il suo blog come piattaform per la trasmissione della puntata e ha fatto a Santoro gli auguri per il suo successo.

 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©