Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Dietrofront a poche ore dall'apertura di Galimberti

Santoro: "Stop trattative, trasmissioni Rai mi denigrano"


Santoro: 'Stop trattative, trasmissioni Rai mi denigrano'
25/05/2010, 16:05

ROMA - Fine delle trattative tra Michele Santoro e la Rai, per una buonuscita tranquilla e silenziosa del giornalista, molto malvisto in questa Rai agli ordini del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Ad annunciarlo lo stesso giornalista, arrabbiato per il clima che gli è stato creato intorno: "Le continue fughe di notizie hanno violato l'impegno di riservatezza indispensabile per un possibile accordo con la Rai favorendo interpretazioni fantasiose lesive della mia immagine. Trasmissioni televisive della Rai hanno potuto entrare nel merito di una trattativa in corso d'opera con un profilo denigratorio dei miei comportamenti di professionista. Non era mai avvenuto in precedenza. In questa situazione non ha alcun senso continuare a immaginare cambiamenti il cui scopo fondamentale era soltanto porre fine ad una vertenza giudiziaria e progettare nuovi format nell'interesse della Rai e del pubblico".
La decisione arriva a poche ore dalle dichiarazioni del Presidente della Rai Paolo Galimberti, che aveva invitato Santoro a restare in Rai, definendolo una risorsa dell'azienda.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©