Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Scala Festival Medievale - III edizione


Scala Festival Medievale - III edizione
12/10/2011, 11:10

Rievocazione storica del matrimonio tra Antonio Coppola e Marinella Rufolo degustazioni e giochi medievali per la Festa della Castagna in Piazza Duomo Scala (Sa) – domenica 16 ottobre 2011- 17,30 Inizio dei festeggiamenti

Domenica 16 ottobre si rievoca a Scala “Il Matrimonio Medievale”, tra Antonio Coppola e Marinella Rufolo, avvenuto verso la metà del 1300, nell’atmosfera, i profumi, e i paesaggi della Costa d’Amalfi. Il recupero e la valorizzazione culturale dell'identità della città di Scala e' l'obiettivo del "Matrimonio Medievale. Bene ha fatto l'amministrazione comunale, e la Provincia di Salerno ad incoraggiare e sostenere l'iniziativa dell'Assessorato al Turismo del Comune. La Manifestazione e' stata fortemente voluta dall'assessore Lucia Ferrigno per assicurare la continuità dell'evento facendolo coincidere con la festa delle castagne, e organizzato per la promozione turistica attraverso le tradizioni e l’autenticità storica rappresentata, in collaborazione con i cittadini e tutte le associazioni. Il Matrimonio del secolo come allora fu definito è alla terza edizione con un programma che dal pomeriggio terminerà a sera inoltrata. Da un’unione concordata per ragioni politiche, nacque un grande amore, tra i due giovani, rampolli delle nobili famiglie. Ma la felicità fu oscurata nuovamente, per motivi politici con una nuova fase di guerre, che portò alla morte di Antonio e il figlio Aniello. Luoghi e personaggi così lontani che si mescolano a leggenda e fantasia, eppure, ancora vivi tra le contrade di Scala. Il Matrimonio Medievale comincerà alle 17,30 a Palazzo Mansi, dove un cantastorie darà il via ai festeggiamenti ricordando in breve la storia e il periodo di pace che seguì l’evento, tra le città di Scala e Ravello, sempre in guerra tra loro per estendere la propria egemonia commerciale su Puglia e Calabria. Tra figuranti in costume per la celebrazione in Piazza Duomo alle ore 18, per la regia di Fabrizio Bancale, con la partecipazione di Massimo Di Leo e Gaia Riposati, si degusterà il vino medicato per il brindisi e si assisterà allo spettacolo degli sbandieratori di Cava dei Tirreni. Il paese ricorderà l’evento unico, officiato con enorme sfarzo fra il tripudio di fiori ed arazzi, e la Regina Giovanna I che partecipò alle nozze. Giochi e animazione medievale, come la Corsa degli Asinelli alle 19,30 quando le sei contrade di Scala competeranno per il primato partecipando alla gara. E ancora degustazione di prodotti tipici tra musica e ambientazione d’epoca con chioschi in legno, allestiti in piazza Duomo per la 36° Festa della Castagna.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©