Cultura e tempo libero / Happy hour

Commenta Stampa

“Scultura e Detox” al Nausicaa


“Scultura e Detox” al Nausicaa
29/03/2011, 09:03

“Scultura è Detox” è l'happy hours del Nausicaa, giovedi 31 marzo dalle ore 15 alle ore 20, all’insegna del benessere e della bellezza scultorea. Originale beauty day, per provare il nuovissimo trattamento delle adiposità localizzate e della cellulite, con l’utilizzo della fosfatidilcolina, ed il metodo innovativo Meso System, novità assoluta Dibi, per una silhouette perfetta in 15 giorni. L’ultima frontiera della Meso-Cosmesi dai risultati immediati, con la strategia innovativa per combattere gli inestetismi della cellulite in una texture cremosa di facile assorbimento grazie a Fosfatidilcolina, Meso System e Microsfere di Cristalli. Intervento efficace e rapido, dai risultati performanti e testati. Ma naturalmente l’happy hours Scultura e Detox è anche arte con le sculture di Luigi Mazzella, che presenta alcune delle sue opere dai gioielli, i ciondoli raffiguranti i segni zodiacali, reinterpretati dall’artista, alle sculture frutto di tecniche e materiali lavorati con un'immaginazione quasi giocosa tesa verso la libertà e la fantasia. E poi naturalmente l’angolo Detox con il the dall'effetto drenante, le tisane ossigenanti e disintossicanti, e i dolci senza zucchero alla carota o allo yogurt per un pomeriggio di vero benessere.

Luigi Mazzella si esprime col bronzo, con il legno, l'argento, la ceramica, il ferro e anche il piombo. In piombo sono le sue grandi e monumentali opere, che si illuminano di riflessi argentei, lunari. Il tema delle sculture, è sempre la libertà, dalla condizione opprimente della materia alla forma che l’artista libra, come il volo in un'intrinseca energia che non può essere domata o imbrigliata. Una grande passione si dibatte in queste forme antiche che lottano contro il peso e l'inerzia. Qui il dilemma intenso di Mazzella figlio del Barocco meridionale, tra luce e ombre, tra vita e morte, tra effimero ed eterno, tra corruttibile ed incorruttibile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©