Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Secondo appuntamento della stagione del Cineforum «CÈ CINEMA»


Secondo appuntamento della stagione del Cineforum «CÈ CINEMA»
22/02/2012, 09:02

Secondo appuntamento della stagione del Cineforum «CÈ CINEMA», serie di proiezioni e dibattiti organizzata dalle associazioni Arcas, Fuci Caserta, Koinea e Nugeca con il patrocinio dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose «San Pietro» di Caserta. Giovedì prossimo, 23 febbraio, alle ore 20.30, presso la Biblioteca Diocesana di Caserta, in piazza Duomo n.11, sarà proiettato il film d’animazione Wall-e di Andrew Stanton.
Wall-e è l’ultimo robot rimasto sulla terra dopo che gli umani l’hanno abbandonata perché invasa dai rifiuti. Si sono dimenticati di spegnerlo e lui da settecento anni continua a fare quello per cui è stato costruito: comprimere e ammassare rifiuti. Non parla ma si fa capire molto bene a gesti e attraverso una gamma di suoni espressivi… un po’ come faceva R2-D2 di Guerre Stellari. È un robot animato come un animale antropomorfo, un piccolo Charlot: operaio alienato che sogna un domani migliore guardando il cielo stellato. E quando dal cielo questo domani migliore arriva sotto forma di un altro robot, Eve, più moderno e programmato per cercare vita sulla Terra, Wall-e lo insegue sull’astronave madre. Lì, sempre sarà un portatore sano e inconsapevole di caos e anarchia. Un film, senza dubbio, particolare: una storia d’amore come poche con, sullo sfondo, una critica spietata verso la «razza umana» e verso tutto ciò che sta combinando sul pianeta terra.
Dopo la proiezione, il dibattito ruoterà intorno al tema dello sviluppo sostenibile. Ospiti della serata saranno il prof. Augusto Parente, preside della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali della Seconda Università degli Studi di Napoli ed il dott. Raffaele Lauria, presidente del WWF Caserta. Introdurranno la serata Renato Calzolaio e Carlo Lanza dell’associazione Nugeca. Modera il dibattito Germano Milite, giornalista del Corriere del Mezzogiorno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©