Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Sempre più in voga la colazione salata: un italiano su due pronto ad abbandonare cornetto e cappuccino


Sempre più in voga la colazione salata: un italiano su due pronto ad abbandonare cornetto e cappuccino
09/12/2011, 14:12

Caserta, 9 dicembre 2011 – A colazione: tra biscotti, cereali, marmellata e croissant irrompono mozzarella di bufala, bacon e alimenti salati. La mozzarella siamo abituati a gustarla soprattutto d’estate, in veste di caprese o con un contorno di verdure di stagione, da sola o filante su una pizza margherita, ma un italiano su due si dichiara pronto a fargli spazio tra caffè e brioches, con la benedizione dei nutrizionisti.

E’ questo il quadro che emerge da un sondaggio del Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana dop, realizzato in occasione dell’iniziativa “Bufala open day”: domani e domenica, 10 e 11 dicembre gli allevamenti e i caseifici dell’area dop, tra Caserta e Salerno, apriranno le porte per permettere a tutti di scoprire come nasce il famoso oro bianco. Il sondaggio è stato condotto tra 600 internauti, uomini e donne, attraverso la pagina facebook ufficiale (https://www.facebook.com/#!/profile.php?id=100001787540704) e il sito web del Consorzio (http://www.mozzarelladop.it/ ).



In Italia, secondo i dati Istat, si è ormai diffusa fortemente l’abitudine a fare una sana e corretta colazione al mattino: è, infatti, ben l’82,2% delle donne e il 76,5% degli uomini che abbina al caffè o al tè ulteriori alimenti più nutrienti. Questo comportamento salutare è una consuetudine più femminile, come si vede dai dati, ma anche molto diffuso tra i bambini (91,3% dai 3 ai 5 anni e 92,1% di quelli dai 6 ai 10 anni). Più attenti alle sane abitudine gli abitanti dell’Italia centrale (82,6%) e del Nord (80,8%), mentre nel Mezzogiorno la percentuale scende al 75,7%. E la colazione salata piace sempre più agli italiani, mettendo d’accordo agli esperti.



“Sì alla mozzarella di bufala a colazione. Rientra nella logica di un latticino differenziato. La mozzarella ha del lattosio, dell’acqua, e nel contempo ha proteine che si integrano bene con una colazione ricca di cereali – commenta il professor Giorgio Calabrese, dietologo e nutrizionista vice presidente scientifico dell'istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (I.N.R.AN.) - E’ una soluzione ideale, al limite tra il salato e il dolce, con i carboidrati si va verso il dolce ma in più si inseriscono anche le proteine. La consiglio anche per i pranzi veloci, perché è nutriente, gradevole, facile da reperire e soprattutto da non cucinare quindi con giusti nutrienti e buoni apporti per la salute.”



Concorda il dietologo dei vip Nicola Sorrentino: “Ben venga la mozzarella di bufala a colazione, perche è un prodotto italiano, sano e della nostra cultura. Si può associare al bacon, l’importante è scegliere le giuste quantità. La prima colazione che sia dolce o salata cambia poco. Certamente nella nostra dieta mediterranea siamo abituati a farla dolce ma l’importante è che si faccia bene, in modo che dia la carica necessaria per incominciare la giornata. Sia bambini che adulti hanno bisogno della prima colazione. La mozzarella di bufala va benissimo, ha qualche caloria in più ma basta consumarne la giusta quantità e associarla a dei carboidrati. Per un pasto unico la mozzarella è un piatto completo. Come in tutti i casi, non è la qualità che fa male ma la quantità.”



“Bufala Open Day” è la nuova iniziativa di promozione promossa dal Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop. Il weekend della festa dell’Immacolata celebra l’eccellenza di questo prodotto, con un fitto programma di iniziative e tour guidati per assistere a ogni fase della lavorazione, dalla filatura alla mozzatura. Famiglie, viaggiatori gourmet, consumatori e appassionati potranno visitare i luoghi di produzione della mozzarella Dop e vedere all’opera i mastri casari, avere suggerimenti su come conservare la vera Mozzarella di Bufala e su come esaltarne il gusto a tavola. Ma soprattutto potranno conoscere da vicino quell’animale straordinario da cui tutto ha origine: la bufala di razza mediterranea italiana, grazie alle visite negli allevamenti bufalini.



“Con questa iniziativa puntiamo a far comprendere e radicare sempre più nei consumatori la differenza tra la mozzarella di bufala campana Dop e le altre mozzarelle in commercio, invogliandoli al consumo esclusivo del prodotto Dop. Il marchio europeo offre un enorme valore aggiunto in termini di qualità e di genuinità, tutti lo potranno verificare partecipando alla due giorni di appuntamenti – dichiara Domenico Raimondo, presidente del Consorzio - La mozzarella di bufala campana si candida anche ad essere un vero e proprio attrattore turistico per viaggiatori gourmet, in grado di dare visibilità e risalto alle aree del territorio campano connesse con la produzione.Il progetto è dunque in piena continuità con la campagna lanciata a inizio anno O è così, o non è, tesa proprio ad evidenziare l’eccellenza del prodotto Dop.”

A completare il programma saranno le degustazioni di prodotti tipici e le attività di animazione per i bambini. Il Consorzio di Tutela ha siglato inoltre delle convenzioni con strutture ricettive (alberghi, agriturismo, country house) e ristoranti impegnati nella valorizzazione in cucina della mozzarella di bufala campana, per offrire a tutti i visitatori soggiorni e menù gourmet a prezzi speciali. L’elenco completo degli allevamenti e dei caseifici di “Bufala Open Day” e delle strutture convenzionate è consultabile sul sito ufficiale www.mozzarelladop.it .

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©