Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Un reading per ricordare il giornalista ucciso dalla camorra

"Senza Filtro: Giancarlo Siani, la forza delle parole"


'Senza Filtro: Giancarlo Siani, la forza delle parole'
12/05/2009, 19:05

Il pensiero nuoce gravemente alla salute, può infastidire chi ti sta vicino (il pensiero passivo), può causare alterazioni del sistema nervoso (quelli che ben pensano) e in casi estremi, pensare UCCIDE.
Smettere di pensare è possibile, ma il contatto diretto con chi pensa provoca immediata voglia di riprendere il vizio.

Per sottolineare l'importanza del pensiero "attivo" Artemision, una giovane organizzazione formata da tre donne, tre storiche dell'arte, ha organizzato un reading in ricordo di Giancarlo Siani, il giovane giornalista de Il Mattino ucciso barbaramente dalla camorra a Napoli.
Quattro giornalisti napoletani si confronteranno e commenteranno alcuni degli articoli scritti da Siani, rapportandoli alla nostra realtà quotidiana, quasi 25 anni dopo quelle cronache da Fortapasc.
Alle letture si alterneranno gli interventi del prof. Raffaele Giglio, ordinario di Letteratura italiana presso l’Università degli Studi di Napoli "Federico II”; del dott. Maurizio Cerino, giornalista de “Il Mattino” e co-sceneggiatore del film “Fortapasc”e del dott. Paolo Siani, fratello di Giancarlo.
Video e fotografie, durante l'arco dell'evento, daranno forma ai volti e ai luoghi della camorra di ieri e oggi, mentre la satira dei The Jackal declinerà in chiave provocatoriamente comica il proprio dissenso nei confronti del "sistema"camorristico.
L’evento è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della V municipalità Vomero-Arenella.

mercoledì 13 maggio 2009
16,30-19,00
Biblioteca Comunale Benedetto Croce
Via De Mura 2/bis, Vomero (nei pressi della libreria Guida)
Napoli, Italy

   

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©