Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

“Settembre a Capodimonte - La collina gentile”


“Settembre a Capodimonte - La collina gentile”
11/09/2012, 14:44

Sette giorni di eventi culturali, concerti, spettacoli, visite guidate dedicate alla collina di Capodimonte. Trentacinque gli appuntamenti organizzati dalla municipalità di Stella San Carlo all’Arena in collaborazione con la Pro Loco Capodimonte, con il patrocinio del Comune di Napoli. L’iniziativa mira a valorizzare il territorio che va da via Foria fino alla salita del Moiariello, alle scale della Principessa Iolanda, al parco del Poggio ai Colli Aminei fino ai confini con il Rione Sanità e le Fontanelle. «Promuovere questi luoghi – afferma il presidente della municipalità Giuliana Di Sarno – coinvolgendo associazioni ed artisti, è la giusta premessa per avviare un turismo di incontro ed attirare l’interesse di cittadini e turisti nell’ottica della valorizzazione e della salvaguardia del bene comune». La manifestazione, che sarà presentata giovedì 13 settembre, alle 11.30, nella sede dell’Istituto Froebeliano in via Stella 137, alla presenza dell’assessore comunale al Turismo e alla Cultura Antonella Di Nocera, rientra in un progetto pilota che vedrà – nei prossimi mesi – coinvolte le altre zone della terza municipalità: Rione Sanità, Colli Aminei, Capodichino e Ponti Rossi. 

“RistoranTeatro”, lo spettatore sceglie… dal menù offerto da Maddaloni

 

Uno spettacolo sui generis, una formula innovativa ed originale per avvicinare al teatro coloro che – normalmente – restano a casa in poltrona. È “RistoranTeatro”, la performance di e con Ferdinando Maddaloni che si svolgerà il 22 settembre, dalle 10 alle 21 presso il Punto lettura del parco del Poggio ai Colli Aminei. Inserito nella rassegna “Settembre a Capodimonte – La collina gentile”, lo spettacolo di Maddaloni (attore e regista napoletano, actor’s coach della fiction “La Squadra” dal 1999 al 2010, dove interpretava anche il ruolo del pm Menale), offrirà al singolo spettatore una rappresentazione a scelta tra le “portate” del menù: un pezzo classico, poetico, tragico, umoristico o erotico della durata di cinque minuti, dove sarà abolita la cosiddetta “quarta parete” tra l’attore e il pubblico. (nella foto Ferdinando Maddaloni)

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©