Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Settimana della Cultura. Le iniziative della Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino


Settimana della Cultura. Le iniziative della Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino
11/04/2012, 11:04

Anche quest’anno, il MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) per promuovere e valorizzare il Patrimonio culturale italiano apre gratuitamente le porte di musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali, per nove giorni, dal 14 al 22 aprile su tutto il territorio nazionale. La settimana della Cultura, divenuta, ormai, una grande festa collettiva offre un ricco calendario di appuntamenti: mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti, che renderanno ancora più

speciale l’esperienza di tutti i visitatori.
Lo scopo fondamentale di questa iniziativa è quello di trasmettere l’amore per l’arte e favorire nuove esperienze culturali attraverso la conoscenza dell’immenso patrimonio italiano, grazie anche al coinvolgimento di altre Istituzioni pubbliche e private, per una partecipazione estesa e capillare su tutto il territorio.“La cultura è di tutti: partecipa anche tu” è il tema conduttore che viene ripetuto ormai da qualche anno per sottolineare l’universalità del nostro patrimonio, unico e inimitabile, che il MiBAC mette a disposizione di ciascun cittadino, proprio per favorire una maggiore conoscenza e per abituare i cittadini a frequentare assiduamente i luoghi d’arte, passaggio necessario per un’autentica crescita civile, sociale e culturale della nazione.

La Soprintendenza BAP (Beni Architettonici e Paesaggistici) di Salerno e Avellino, diretta da Gennaro Miccio, oltre a consentire l’ingresso gratuito alla Certosa di San Lorenzo, a Padula (SA), ha organizzato sul territorio di competenza le seguenti iniziative.

La Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanee e la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Salerno e Avellino, con la collaborazione della Camera di Commercio di Salerno ed il Comune di Salerno, presentano la II Edizione della sperimentazione Voi vedete ciò che gli altri non vedono: l'arte raccontata dal pubblico in occasione di Sopraffactions, una mostra itinerante che ad ogni nuova esposizione si arricchisce di opere. In ogni tappa, tre artisti locali sono invitati a realizzare quattro opere su tela che diventano oggetto di scambio. Ciascun artista utilizza le opere, di cui è entrato in possesso, come base per la realizzazione di nuovi lavori a propria firma esclusiva. Non lavori condivisi a quattro mani, ma sopraffazioni a tutti gli effetti, dove nessuna possibilità di intervento è preclusa.

L’operazione, dal carattere provocatorio, mette in discussione l’inviolabilità dell’opera d’arte, comunemente ritenuta immutabile nel tempo. Un atto innovativo di artisti che offrono all’altrui intervento le proprie opere, con la convinzione che soltanto alimentandoci di quanto ci circonda, comprese quindi le altrui rappresentazioni, è possibile costruire la nostra unicità.

L'Associazione culturale L'art re pazz' e DOF Consulting, per questa II edizione della sperimentazione Voi vedete ciò che gli altri non vedono: l'arte raccontata dal pubblico, organizzano incontri con il pubblico in diverse piazze salernitane.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©