Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

Sfida tra i vini bianchi italiani di origine vulcanica


Sfida tra i vini bianchi italiani di origine vulcanica
22/11/2012, 13:47

Sfida tra i vini bianchi italiani di origine vulcanica. Confronto domani, venerdì 23 novembre alle 15.30 presso la Sala Convegni della Camera di Commercio di Napoli, tra i suoli dei Campi Flegrei, di Ischia e del Vesuvio, e i più famosi doc dei comprensori vulcanici italiani.

Al via la due giorni di Vulcania Napoli 2012, il Forum internazionale dei vini bianchi da suoli di  origine vulcanica, realizzato dalla Camera di Commercio di Napoli attraverso l’Azienda speciale Agripromos in collaborazione con il Consorzio Tutela vini dei Campi flegrei.

Nel corso del forum sarà presentato uno studio sugli aspetti sensoriali dei vini vulcanici e resi noti i risultati delle ricerche effettuate nel comprensorio partenopeo sul microclima ambientale del Vesuvio che assicura, secondo gli esperti della Facoltà di Viticoltura di Milano e dell’Università Agraria di Napoli, fertilità e produzioni di eccellenza a basso impatto ambientale.

Dopo i saluti iniziali del presidente della Camera di Commercio di Napoli, Maurizio Maddaloni, di Pasquale Russo, presidente di  Agripromos e del consigliere regionale delegato all’Agricoltura, Daniela Nugnes, sono previsti gli interventi, tra gli altri, di Michele Farro, presidente del Consorzio vini dei Campi Flegrei. A seguire, Attilio Scienza, ordinario della Facoltà di Viticoltura di Milano; Fabio Terribile, ordinario della Facoltà di Agraria di Portici e Antonella Monaco, tecnico del Musa (centro museale delle Scienze agrarie di Portici). Prevista la degustazione tecnica di sei vini bianchi vulcanici italiani e di sei vulcanici campani a cura di Attilio Scienza e Giovanni Ponchia insieme agli enologi delle aree vulcaniche rappresentate. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©