Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Showcase live e Klab Kontest live


Showcase live e Klab Kontest live
28/02/2010, 16:02

Il mercoledì al Kestè Napoli è interamente dedicato alla musica con gli show-case live e il Klab Kontest. Ogni settimana sarà presentato un nuovo lavoro discografico e poi, alle ore 22.30, il palco del Kestè Napoli ospiterà una band selezionata attraverso il bando del Klab Kontest.
L’appuntamento showcase live del 3 marzo è con la Dioniso Folk Band che presenterà il disco d’esordio “I testardi fiori della speranza”. Dodici brani (dieci inediti e due riadattamenti di brani tradizionali) che compongono un album dal colore sgargiante, luminoso, nel solco di un folk contaminato e impegnato, e che trova in Dylan, De Andrè, Manu Chao, Pogues, Musicanova, i suoi più illustri predecessori.
Un album carico di una "speranza testarda" in una società con più rispetto per l'ambiente e per le persone e con più memoria per il passato, secondo le parole di Luis Sepulveda citate nel libretto che accompagna il cd.
Formata da Massimo De Vita (voce, ukulele, oud, tin e low whistle, cornamusa, chitarra, diamonica, bodhran), Gianluca ‘Arpinta’ Rovinello (arpa celtica, armonica, voce), Alessandro Grossi (flauto traverso, bouzouki irlandese, ciaramella, flauti a becco, quena, organetto), Michelangelo ‘Banjo’ Bencivenga (chitarra acustica - elettrica, banjo e cori), Marco Gagliano (batteria e percussioni) e Pasquale Casoria (basso), la Dioniso Folk Band nasce nel 2005 nella periferia nord di Napoli, dall'incontro di persone dal diversissimo bagaglio musicale. Il nome vuole ricordare la spontaneità e l'impeto dei riti dionisiaci, nei quali inibizioni, ruoli sociali e divisioni cadevano per lasciare il posto alla musica, alla danza e all'ebrezza, ma anche ad autentiche manifestazioni di “uguaglianza” e naturale convivenza pacifica.
Il lavoro in studio ha visto le collaborazioni di artisti come Gino Evangelista e Pasquale Ziccardi della Nuova Compagnia di Canto Popolare, Marzouk Mejri (Brigada Internazionale, nonchè collaboratore di Eugenio Bennato e Daniele Sepe), Mario Insenga dei Blue Stuff, oltre che di numerosi musicisti della scena napoletana. www.myspace.com/dionisofolkband
A seguire il Klab Kontest ospiterà la band R&FusiOn, un progetto musicale che ha nel nome l’idea fondante: Ricerca&Fusione. Il linguaggio è quello universale della musica, ma utilizza gli stilemi formali dell’italiano e del Napoletano. La loro performance live è un intrecciarsi di brani originali e di cover, che vanno dai CSI a Bryan Blade, da Fred Buscaglione ai Nirvana.
Gli R&FusiOn sono Emanuele Ammendola (contrabbasso e voce), Marco Fiorenzano (pianoforte), Luca Di Sieno (oboe, percussioni chitarra e voce), Pietro De Luca Bossa (batteria e voce). http://refusion.magmama.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©