Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Si chiude Brividi d’Estate, comincia Aggregazioni


Si chiude Brividi d’Estate, comincia Aggregazioni
18/07/2011, 09:07

Si chiude Brividi d’Estate, comincia Aggregazioni. L’estate all’insegna del teatro dell’Orto Botanico di Napoli continua fino al 31 luglio e, in questa seconda fase, propone una rassegna dedicata agli spettacoli e alle compagnie emergenti che, nel corso della passata stagione, non hanno goduto della giusta visibilità.

Con questo intento nasce il progetto Aggregazioni, realizzato da Il Pozzo e il Pendolo e ideato da Ciro Sabatino che lo definisce “un momento di confronto per tutte le realtà napoletane che operano nel mondo del teatro e che non hanno eccessiva visibilità. Un modo per incontrarsi, “aggregarsi”, collaborare nella speranza che l’idea venga accolta e supportata dagli operatori del settore”. Aggregazioni darà voce e modo di esprimersi a 24 compagnie teatrali, alcune già conosciute al pubblico napoletano e altre ancora emergenti. Ogni sera nello storico spazio verde di via Foria, sarà possibile assistere a due spettacoli che saranno sempre anticipati alle 20e30 da “Preludi sotto la Luna”, interventi musicali con Vincenzo Caterino Gennaro Musella, Giada Reale e Isabella Parmiciano.

Si comincia lunedì prossimo, 18 luglio, con TeatrinGestazione che presentano Happy Birthday Alfredo per la regia di Gesualdi/Trono e itinerari drammaturgici di Loredana Mesiti e con “Il Primo Processo di Oscar Wilde” di Ortensia T – Medea.net – Napoligaypress, drammaturgia di Massimiliano Palmese progetto e regia di Roberto Azzurro.

Ma i titoli che si alterneranno nel corso di queste due settimane sono tanti. “Mamma compie 70 anni”, drammaturgia e regia di Alessandra Asuni, L’ultima settimana di Boss Boss per la regia del Teatro dell’Anima e Salvatore Gatto, Romantika per la regia e coreografia di Erminia Sticchi. Piccole tragedie minimali invece per Ars Musae, il Teatro di Legno propone La Nave dei Folli, Il Teatro Nel Baule. Uno, Ddoje, Ddoje e Miezo, Trè.. Pulicinè . Il 23 luglio ci sarà Peppe Lanzetta con il Canto per InferNapoli un concerto per voci e viola da gamba.

E ancora una settimana di spettacoli con Clitennestra studio 1 da Marguerite Yourcenar, Della Storia di G.G., La Repubblica delle Banane di Ilaria Mavilla e “Serafino Gubbio Operatore” liberamente tratto da “I quaderni di Serafino Gubbio operatore” di Luigi Pirandello. Per L’Osservatorio Palestina c’è “Mi chiamo Omar” e il concerto spettacolo del Quartetto papanimico. Ancora nei giorni a seguire “L’incoronata” di Emanuele Tirelli, “Harold è diventato verde” di Manlio Santanelli, “Juve Napoli 1-3”
regia di Massimo de Matteo e “Terra di Mezzo”diretta da Pina di Gennaro.

Aggregazioni si chiude sabato 30 e domenica 31 luglio con Barbablù di o.n.g.Teatri & Etérnit in collaborazione con Benevento Città Spettacolo e con “La Tentazione” per la regia e la drammaturgia di Sara Sole Notarbartolo.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©