Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

SI E' CONCLUSO IL CAMPO ESERCITATIVO DELLA CRI "PLINIO 2008"


SI E' CONCLUSO IL CAMPO ESERCITATIVO DELLA CRI 'PLINIO 2008'
01/07/2008, 14:07

Si è conclusa domenica la V edizione del campo esercitativo/addestrativo, organizzato dalla CRI della Campania e dal Comitato di Ercolano, denominato “Plinio 2008”.
Dopo 10 giorni di intense attività formative, pratiche e didattiche, è stato smobilitato uno dei campi più grandi, per durata ed intensità delle simulazioni poste in essere, del sud Italia.
Solo i numeri possono dare l’idea dell’intensa lavoro svolto: 240 ore di ininterrotta operatività (dal 20 al 29 giugno), 400 circa gli operatori ospitati, 2000 pasti complessivi distribuiti ai volontari al campo, 5 le esercitazioni programmate e svolte a: Napoli rotonda Diaz (peschereccio che prende fuoco), 2 a Torre del Greco (palazzo crollato e scontro fra automezzi), Ercolano (attentato terroristico agli scavi) e Pompei (scontro fra automezzi innanzi alla cattedrale), 3 le simulazioni a sorpresa che hanno svegliato gli operatori nel pieno del sonno per verificare i loro tempi di reazione e d’intervento in situazioni non programmate: frana sul Vesuvio (coinvolta un’auto con tre feriti) alle 3:00 di notte di mercoledì, allarme antincendio alle 2:45 di venerdì notte in località Siesta a mille metri di altezza sulle pendici del Vesuvio, scoppio a seguito di fuga di gas al campo base alle 2:00 di notte di sabato.
Senza soluzione di continuità i corsi effettuati a partire da quello BLSD (tecniche di pronto soccorso), a quello NBCR (in preparazione di eventuali attacchi alla popolazione con armi non convenzionali) e di Protezione Civile, fino a quello di preparazione degli OPSA (Operatori polivalenti di salvataggio in acqua, con 9 nuovi operatori che hanno conseguito il brevetto dopo durissime selezioni).
Hanno partecipato al campo non solo operatori di Croce Rossa ma anche appartenenti alle forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri, Polizia Locale), della Protezione Civile (I Falchi del Sud), e dei Vigili del Fuoco.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©