Cultura e tempo libero / Clubbing

Commenta Stampa

Singer Inside, il primo casting parte da Casoria


Singer Inside, il primo casting parte da Casoria
12/04/2013, 14:57

 

Giovedì 25 aprile, dalle 10 alle 18,  presso i Pini Parco Commerciale (Strada Statale Sannitica 87, Km. 9) di Casoria, parte il primo casting di Singer Inside,  un  progetto accademico  rivolto a coloro che vogliono intraprendere la strada della musica e del canto con serie possibilità di crescita professionale e culturale.

Ogni partecipante avrà la possibilità di seguire  corsi  tenuti da docenti di grande spessore e di esibirsi all’interno di contest serali che  andranno  in onda su Rai News, media partner ufficiale di Singer Inside Academy.

I finalisti saranno suddivisi nelle seguenti modalità:  canto moderno, canto lirico, canto jazz.
I primi classificati per ogni categoria saranno i vincitori di Singer Inside ed avranno diritto ai seguenti premi:
Il 1° Classificato categoria Pop realizzerà un Album prodotto e distribuito in collaborazione con Universal Music

Il 1° Classificato categoria Lirica realizzerà un Album eseguito da Orchestra in collaborazione con Universal Music

Il 1° Classificato categoria Jazz realizzerà un Album in collaborazione con i migliori musicisti della scena Jazz Italiana ed Internazionale ed in collaborazione con Universal Music

I migliori allievi infine, parteciperanno all' Opera in Musical prodotta da Singer Inside con la partnership di Rai News ed Universal Music Publishing.

A differenza di altri format televisivi, che guardano molto al  lato "reality” , Singer-Inside è in primis formazione "didattica",  a tal proposito,  gli ideatori del progetto Ivan Russo e Vincenzo Sorrentino  dichiarano: “La musica è un potente vettore di messaggi tra i giovani,  e  un mezzo efficace per favorire l’aggregazione, pertanto non dovrebbe  essere  prerogativa di pochi eletti ma accessibile a tutti “.

A tal proposito, Singer Inside ONLUS metterà a disposizione 10 borse di studio tra gli ammessi, equamente ripartite tra ragazzi e ragazze meno abbienti, per  la partecipazione al progetto a titolo gratuito, auspicando che nelle prossime edizioni  il numero di tali incentivi possa essere superiore.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©