Cultura e tempo libero / Archeologia

Commenta Stampa

Ai nostri microfoni il direttore dell’area archeologica

Smentiti i danni all’interno degli Scavi di Pompei


.

Smentiti i danni all’interno degli Scavi di Pompei
29/01/2010, 15:01

POMPEI – Si chiude la polemica che nei giorni scorsi aveva coinvolto la città di Pompei.
Si erano infatti diffuse notizie allarmanti circa il crollo di una gru, di un muretto e di una frana che avrebbero provocato danni all’interno del più famoso sito archeologico al mondo. Una vicenda sui cui la direzione degli Scavi avrebbe taciuto e sulla quale la parlamentare del Pd Luisa Bossa, aveva annunciato un’interrogazione al parlamento. L’incidente è avvenuto all’interno del cantiere della “Casa dei casti amanti”, il cui progetto di restauro, recupero ed apertura figura nel programma presentato al Ministero. Nella domus in questione, sono presenti moltissimi affreschi e elementi architettonici e decorativi. Il sospetto era che il crollo fosse dovuto ad una cattiva manutenzione e gestione del sito.
A smentire queste voci e a raccontare un’altra verità è il direttore dell’area archeologica, Antonio Varone. “ La gru in questione –ha dichiarato Varone- è ancora lì, smontata, ad almeno 30 metri dalla cantiere. Era servita soltanto per trasportare il materiale per la copertura della casa e fortunatamente non è mai crollata, altrimenti si sarebbero registrati gravi danni. Il crollo è stato causato da un semplice smottamento del terreno dovuto alle ingenti piogge dei giorni scorsi che hanno interessato l’intera Regione Campania. Ad essere coinvolto nello smottamento –conclude Varone- non è stata la “Casa dei casti amanti” ma semplicemente un muro grezzo perimetrale. La domus non ha dunque nessuno danno”.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©