Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Solo Baglioni, Biondi e Jackson battono “Napoli jazz sound”


Solo Baglioni, Biondi e Jackson battono “Napoli jazz sound”
11/01/2010, 11:01

Prima tiratura esaurita nei soli giorni delle feste natalizie, e ristampa d'urgenza per soddisfare i nuovi ordini per “Napoli jazz sound” il cd del Biseo Sanjust quartet che affronta i classici della canzone napoletana in chiave jazz, spesso quasi dixieland. Quasi settecento le copie vendute a Napoli nel solo megastore Fnac, sempre più frequentato da chi ancora compra e cerca musica, con particolare attenzione per tendenze e novità: trasmesso spesso e volentieri nelle sale di via Luca Giordano nella classifica dei cd più venduti delle feste si è piazzato al quarto posto assoluto, alle spalle di Claudio Baglioni, Mario Biondi e Michael Jackson. Dell'album partenopeo il primato del maggior numero di copie vendute in un sol giorno, 220.
Vincenti si rivelano da un lato, il fascino intramontabile di “'O sole mio", “Voce e notte”, ma anche “Scapricciatiello” e “Accarerezzame”, dall'altra le voci soliste del clarinetto di Sanjust e del vibrafono di Biseo, capaci di rileggere storiche melodie trattandole come degli autentici standard, con la preziosa collaborazione della sezione ritmica formata da Carlo Battisti alla batteria e Mauro Battisti al contrabbasso.
Il successo, forse persino inatteso, del cd si inserisce, per la Gennarelli Bideri che l'ha voluto e sostenuto, nell'operazione di rilancio e rivalutazione del patrimonio canoro napoletano, confermato anche dal più scontato e meno clamoroso buon risultato di vendite di “Te piace 'o presepio?” l'unica compilation di canzoni natalizie interamente napoletane.
“Napoli jazz sound” nasce dalla convinzione che la canzone napoletana rappresenti un patrimonio culturale, che va difeso e tramandato ai posteri, rilanciato, rispettato, ma che va anche usato come volano turistico per la città, per la Campania, per l'Italia tutta. Il turista che visita gli scavi di Pompei, il Museo di Capodimonte, la costiera sorrentina o le isole del golfo trova in questo cd le melodie più famose della canzone napoletana elegantemente arrangiate in chiave jazz e, portandole via con sé, si assicura una possibilità unica: rivivere una storia gloriosa, che continua rinnovandosi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©