Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Sorrento ospita il JAPAN FESTIVAL


Sorrento ospita il JAPAN FESTIVAL
23/03/2010, 14:03

Sorrento- Per il secondo anno consecutivo Sorrento ospita il “Japan Festival”, Il festival di cultura giapponese. Per due giorni, il 27 e 28 marzo, 150 artisti invaderanno la città del Tasso con musiche, danze, arti figurative, sfilate di moda, mostre fotografiche. Con location che vanno dalla piazza Tasso a Villa Fiorentino e al teatro Armida. Un tuffo nella loro cultura dove l'arte farà da unione tra i due popoli così lontani ma legati da amicizia. L'appuntamento, come già annunciato lo scorso anno, è triennale e vedrà Sorrento come vetrina naturale del Sol Levante anche nel 2011. Gli artisti saranno accompagnati dalla Corporation Nippon Express, dall’Ambasciata Giapponese in Italia, dalla Selene Viaggi, e dai responsabili della Fondazione Agnelli Italia-Giappone, che da anni cura i rapporti tra le due nazioni. Con la delegazione artistica arriveranno anche i responsabili della Selene, tour operator di incoming dal Giappone. Sorrento, con questo appuntamento, si riconferma città privilegiata dal Giappone, in virtù dei rapporti, quasi decennali, che l'ente pubblico intrattiene con alcuni comuni nipponici. Ed è ormai tradizione anche lo scambio natalizio con alcune famiglie sorrentine che ospitano di volta in volta giovani studenti giapponesi per le festività. In questi giorni, eccezionalmente, ci saranno alcuni studenti delle scuole medie ospiti di nuclei familiari sorrentini. La città del Tasso è la quinta realtà italiana ad ospitare questo Festival di spettacoli di cultura e folklore. Prima Firenze, Venezia, Roma. Negli anni 2006-2008 la sede prescelta è stata Palermo e per il triennio 2009-2011 Sorrento. Un Festival che fa bene anche al flusso turistico di questa nazionalità, tant'è che lo scorso anno, invertendo la casistica, che vedeva in picchiata l'arrivo, negli ultimi cinque anni arrivi e presenze dei giapponesi, ha fatto registrare nel 2009 un aumento del 52 % per gli arrivi e del 20 % per le presenze. Il programma prevede l'apertura ufficiale del festival , presso la sede della Fondazione Sorrento, a Villa Fiorentino, alle ore 12 di sabato 27 marzo con una mostra fotografica della città di Kumano, dal titolo Kumano Kodo, una mostra di dipinti Sai Cho Kai, la mostra dell'artista italiano, Pierluigi Doni con “Presenze giapponesi” dal 27 al 31 Marzo. Oltre una sala dove verranno esposti delle composizioni floreali (ikebana). Orari , 27 marzo 12,00-18,00. 28 marzo 10,00-17,00.Per chi è interessato ai workshop e dimostrazioni di arte Giapponese, i temi sono i seguenti: origami, l'arte antica di piegare la carta, 15,30-18,00. Pitture Giapponese, 14,30-17,00. Alle 15,00 del 27 marzo l'appuntamento per tutti è in piazza Tasso, antistante al bar Fauno, dove i gruppi si esibiranno fino alle 16,00 in “Shakuhachi&koto” Dalle 16,00 alle 17,00 è la volta di “Umikaji Eisa” (Wadaiko, tamburi giapponesi), gruppo che si esibirà anche il giorno dopo, il 28 marzo, dalle 15,00 alle 16. Lezioni che si terranno anche domenica 28 marzo con i seguenti orari: 14,30-17. Per gli spettacoli di danza, canti, sfilata di moda l'appuntamento è alle 20,30 presso il teatro Armida. Per gli appassionati del genere sarà un viaggio nella cultura giapponese fino alle 24. Il giorno dopo si replica con nuovi spettacoli, negli orari 17,30-20,30. L'evento di benvenuto è stato realizzato anche grazie all'appoggio del caseificio Apreda, delle case vinicole Grotte del Sole e De Angelis, della scuola di danza “Dance Studio”, con gli omaggi di Ileana Della Corte di Sorrento e la gentile collaborazione di Laura Scardigno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©