Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Spettacoli: domani il secondo appuntamento del Paestum Festival


Spettacoli: domani il secondo appuntamento del Paestum Festival
17/07/2010, 14:07


PAESTUM (Sa) - Tutto esaurito ieri sera per il primo appuntamento della tredicesima edizione del Paestum Festival, diretto da Mario Crasto De Stefano. “Con Le Sacre du Printemps” ideato dal Maestro Ismael Ivo – spiega De Stefano - Paestum torna a rientrare nei grandi circuiti internazionali dello spettacolo d’arte insieme ad altri Siti storici quali Pompei e San Leucio. In particolare questa produzione, nata e creata sul territorio di Paestum è riuscita a valorizzare, attraverso una grande affluenza di pubblico, le bellezze eterne dei Templi che lei custodisce”. E dopo la grande ouverture dedicata alla leggiadria del movimento con i “Danseurs Napolitain” nella produzione inedita di Ivo, il Festival prosegue con un appuntamento dedicato alla magia delle sette note. Danza e musica sono infatti i grandi protagonisti della sezione “classic”, inserita quest’anno nell’ambito del Campania Teatro Festival (coordinamento artistico Nunzio Areni), ed in programma a luglio nell’Area Archeologica dell’antica Poseidonia. La kermesse all’ombra dei Templi, che rientra nella più ampia programmazione regionale promossa dalla Fondazione Campania dei Festival e frutto di una inedita collaborazione avviata con Teatro di San Carlo, Sovrintendenza per i Beni Archeologici di Pompei, Paestum Festival, Leuciana Festival, Benevento Città Spettacolo, e Città della Scienza, ospita l'Orchestra e il coro del Teatro di San Carlo di Napoli che domani, domenica 18 luglio (ore 21.30), contrassegnerà il programma d’autore con il suo personale “Omaggio al Melodramma Italiano”.
LO SPETTACOLO
Unico ed affascinante, il concerto lirico sinfonico sarà interamente dedicato ai più celebri compositori italiani autori delle più belle pagine del melodramma. In scaletta un programma ricchissimo di brani celebri, musiche e sinfonie che hanno segnato la storia del Paese. La serata prenderà il via con la Sinfonia dalla “Luisa Miller” (opera che Giuseppe Verdi scrisse proprio per il Teatro di San Carlo), quindi “Nabucco” (Gli arredi festivi), per poi passare al famosissimo coro delle “Zingarelle e Matadori” de “La Traviata”. Non mancheranno le arie più suggestive tratte da “Macbeth” e le sinfonie de “I Vespri siciliani” e de “La Forza del Destino”. La suggestiva corale da “Gli aranci olezzano” della “Cavalleria Rusticana” sarà invece il particolare e doveroso omaggio a Pietro Mascagni, mentre l’intramontabile “Va' pensiero” dal “Nabucco” di Giuseppe Verdi chiuderà la serata. . La direzione dell’Orchestra è affidata al Maestro Roberto Polastri, mentre il Maestro del Coro sarà Salvatore Caputo.
PROSSIMI APPUNTAMENTI
Si ritornerà invece all’arte coreutica con il terzo appuntamento, il raffinato Gala di Danza in programma martedì 20 luglio (ore 21.30) che ospiterà la prima ballerina étoile Eleonora Abbagnato, i primi ballerini ospiti Alessio Carbone, Alessandro Macario, Anbeta Toromani, Dominic Walsh, Domenico Luciano ed il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli diretto da Giuseppe Carbone. Chiuderà la tranche di luglio Eugenio Bennato, protagonista (giovedì 22 luglio – ore 21.30) insieme con l'Orchestra Popolare del Sud del concerto “Briganti Emigranti” per la regia di Nunzio Areni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©