Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

SPIAGGIA, CALO DI PRESENZE IN TUTTA LA PENISOLA


SPIAGGIA, CALO DI PRESENZE IN TUTTA LA PENISOLA
08/08/2008, 12:08

Segnale decisamente negativo per il turismo balneare nei primi due mesi della stagione estiva rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con circa un milione di presenze in meno sulle spiagge. "Negli stabilimenti balneari abbiamo registrato un forte decremento delle presenze e, soprattutto, dei consumi", segnala Riccardo Borgo, Presidente del S.I.B., Sindacato Italiano Balneari che associa circa 10.000 imprese ed aderisce alla F.I.P.E./CONFCOMMERCIO. Solo nel Lazio le presenze in spiaggia sono state uguali a quelle del 2007, segno che la citta' di Roma e' determinante ai fini dei flussi turistici. Nel Friuli i risultati migliori, nelle Marche quelli peggiori. Per quanto riguarda i turisti stranieri riscontriamo un maggiore flusso di quelli provenienti dai Paesi dell'Est: Russi e Polacchi in testa, ma anche Austriaci, Inglesi, Spagnoli, Svedesi, Norvegesi e Cinesi, in calo i Francesi ma soprattutto gli Americani forse a causa del dollaro debole rispetto all'euro. Sugli stessi numeri del 2007 Giapponesi e Tedeschi. "Anche i consumi in spiaggia, poi, seguono il trend negativo, continua Borgo, complice la situazione economica complessiva e la capacita' di spesa delle famiglie italiane che negli ultimi cinque anni si e' sensibilmente ridotta. Le previsioni per Agosto sono moderatamente ottimiste, ci aspettiamo un recupero ma molto dipendera' dalle condizioni atmosferiche specialmente quelle relative alle ultime due settimane del mese".

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©