Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

SPIRITUS MUNDI


SPIRITUS MUNDI
17/12/2008, 18:12

Tre concerti, tre eventi, tre momenti di riflessione. Musiche d’altrove, echi, suoni di Oriente e Occidente affidati alla voce di Tosca, ai ritmi folk di Daby Touré e alle litanie taglienti di Giovanni Lindo Ferretti. Versi sacri, ma anche pagani, capaci di abolire i confini religiosi, culturali e geografici. Per tre sere (dalle ore 21), la Chiesa Anglicana di Napoli (via San Pasquale, 15) ospita la rassegna “Spiritus Mundi”, organizzata da SudArte con il sostegno dell’ assessorato al Turismo e Grandi Eventi del Comune di Napoli.

 
Si inizia domenica 21 dicembre, con il  «Concerto di Natale» di Tosca. La cantautrice romana, accompagnata da Ruggiero Mascellino (pianoforte, fisarmonica, chitarra) e Giovanni Mattaliano (sax e clarinetto), propone un’esibizione acustica di grande impatto, spaziando da Brahms a Puccini, da Battiato a Schubert, da Mozart a Lennon con canti in portoghese, francese, inglese, iracheno, russo, spagnolo e italiano.
 
Domenica 28 dicembre, invece, ilcompositore-polistrumentista originario della Mauritania, Daby Touré - pupillo di Peter Gabriel - nella sua unica data in Italia, porta a Napoli i colori dell’Africa, contaminati dal pop europeo. In scaletta i brani dell’ultimo album “Stereo Spirit”, prodotto dalla Real World, e del precedente “Diam” (BBC Best Newcomer award nomination).
 
Lunedì 5 gennaio, la chiusura con Giovanni Lindo Ferretti, figura chiave della musica rock italiana con i CCCP, i CSI e i PGR. Accompagnato al violino da Ezio Bonicelli, ex Üstmamò, Ferretti porta in scena il recital «Bella gente d’Appennino», uno spettacolo intenso e toccante dove le parole, pregne di sudore e storia lunga secoli, sono cantate, recitate, salmodiate.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©