Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Successo per "Libera i tuoi soldi"

Serata-evento di mercoledì 3 luglio al Teatro Acacia

Successo per 'Libera i tuoi soldi'
04/07/2013, 16:33

NAPOLIOltre cinquecento persone per l’evento napoletano svoltosi ieri sera al teatro Acacia, al Vomero. “Libera i tuoi soldi”, la prima iniziativa a carattere nazionale in cui si è parlato di finanza etica, welfare di comunità e difesa dell’ambiente, è stata fortemente voluta da Mario Coppeto, presidente della V Municipalità - Arenella Vomero, e Salvatore Esposito, presidente di Mediterraneo Sociale scarl, firmatari di una lettera aperta contro la finanza speculativa e le “banche armate”. L’evento è stato promosso da: Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie; Associazione culturale Giancarlo Siani; Legambiente Campania e Fondazione Silvia Ruotolo.

 

Testimonianze e musica – Le testimonianze dei numerosi ospiti si sono alternate alle esecuzioni musicali della Nuova Orchestra Scarlatti, con il giornalista Sandro Ruotolo a tenere le fila della serata. Ognuno con il suo linguaggio, musicisti, operatori sociali, magistrati e giornalisti hanno spiegato l’importanza di un approccio capace di integrare welfare comunitario, difesa dell’ambiente e legalità, partendo da una nuova concezione della finanza e dell’economia. “La nostra vita è e resterà intrisa di aspetti economici – ha spiegato Mario Crosta, Direttore Generale di Banca popolare Etica – e per questo dobbiamo amare la finanza e l’economia”. Crosta, insieme ai colleghi di Banca popolare Etica Sottile e Saccenti, al procuratore aggiunto di Torre Annunziata Lello Marino, ai giornalisti Alessandro De Pascale e Arnaldo Capezzuto, al presidente Mario Coppeto, a presidenti e volontari delle associazioni aderenti e a tutti gli ospiti della serata, ha invitato i presenti ad avere il coraggio di “scegliere l’etica come necessità” e di “schierarsi dalla parte di un’economia che non sia fine a sé stessa”. Partendo proprio da Napoli, la città che ha ospitato la prima cattedra  al mondo di Economia, quella di Antonio Genovesi, e dalla sua voglia di riscatto.

 

La prima tappa di un lungo percorso – La serata è stata l’occasione per lanciare una campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione su queste tematiche. L’approccio territoriale, focalizzato su una dimensione locale ben esemplificata dalla V municipalità Vomero Arenella, continuerà a caratterizzare la campagna. Dal 26 giugno, inoltre, Mediterraneo Sociale scarl ha lanciato online, sul sito Change.org, una petizione diretta a Mario Draghi e Ignazio Visco, rispettivamente presidente della Banca centrale Europea e Governatore della banca d’Italia, per contrastare le grandi speculazioni finanziarie e favorire investimenti nell’economia reale e nelle imprese oneste.

 

Festa per Don Tonino Palmese.  Emozione e commozione per i 28 anni di sacerdozio di Don Tonino Palmese, referente regionale di Libera. Durante la festa a sorpresa i presidenti delle Associazioni che hanno aderito all’iniziativa ed i ragazzi delle comunità sociali, protagonisti assoluti della serata hanno omaggiato Don Tonino Palmese di una targa celebrativa.

 

Uno sguardo rivolto al futuro. Al termine dell’evento, Salvatore Esposito, presidente di Mediterraneo Sociale scarl, ha espresso grande soddisfazione, cogliendo l’occasione per rilanciare il ruolo della capitale del Mezzogiorno nella promozione dell’economia civile e del welfare di comunità. “Si tratta proprio di partire dalla necessità di una nuova coesione sociale territoriale - ha spiegato Esposito -: un’idea integrata di programmazione strategica tra urbanistica, formazione, lavoro e welfare. Una progressione di sensibilizzazione, dunque, a partire da Napoli verso altre municipalità del paese e del Mediterraneo, una costruzione, dal basso, della trama materiale e immateriale della indivisibilità ed esigibilità dei diritti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©