Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

Sui mezzi pubblici con il proprio amico a quattro zampe

Semplici regole da seguire per chi rimane in città

Sui mezzi pubblici con il proprio amico a quattro zampe
02/07/2013, 16:18

Anche quest’anno si attendono le vacanze per trascorrere qualche giorno lontano dalle cattive notizie e dalle preoccupazioni! Complice la crisi, probabilmente solo metà dei nostri connazionali si allontanerà da casa, perciò giardini e parchi comunali saranno affollati molto più che in passato.

E siccome siamo divenuti anche molto più attenti al portafoglio e all’ambiente, sicuramente il trasporto pubblico diverrà il mezzo privilegiato di coloro che rimarranno in città, consentendo una socializzazione e un connubio maggiore tra uomini e animali domestici, parte integrante della nostra vita quotidiana, come dimostra la recente presentazione dell’accordo quadro siglato tra ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e la Federazione per i Diritti animali, una sorta di ‘porte aperte ovunque in città’ per gli amici pelosi.

La convivenza sempre più stretta tra uomini ed animali domestici, il caldo che favorisce il diffondersi dei parassiti, impongono un’attenzione nei loro confronti ancora maggiore per difenderli da questi pericolosi nemici - pulci, pidocchi e zecche - e dalle malattie che questi trasmettono, mediante un’accurata e puntuale somministrazione mensile dell’antiparassitario.

Frontline Combo Education Program® - un progetto che si occupa della salute degli animali sotto ogni aspetto fornendo ai proprietari consigli e suggerimenti preziosi – ricorda le regole di comportamento per il trasporto sui mezzi pubblici degli animali prendendo ad esempio tre città che – per la loro tipologia – hanno un trasporto locale molto particolare: Milano, Napoli e Venezia.

Milano: sia sui mezzi in superficie che nelle quattro linee metropolitane è ammesso il trasporto di cani e gatti con l’osservanza di alcune regole:

·         i cani, di taglia piccola o media,muniti del biglietto alla tariffa in vigore, devono essere muniti di museruola e tenuti al guinzaglio.

 

·         I cani devono essere tenuti in modo da non arrecare disturbo agli altri passeggeri, non devono ingombrare i passaggi né le portiere di salita e discesa.

 

·         Su ogni vettura è ammesso un solo cane anche in caso di vagoni intercomunicanti, spesso utilizzati in metropolitana.

 

·         L’accesso nelle vetture dei cani è vietato nelle ore di maggior traffico (7.30/9.30;17.30/20.30).

·         Naturalmente i cani che accompagnano persone non vedenti o ipovedenti non devono sottostare a tali regole: sono ammessi in vettura gratuitamente per l'intero orario di servizio, anche se non muniti di museruola che dovrà essere indossata se esplicitamente richiesto dal conducente o dai passeggeri.

 

·         Anche i gatti, con regolare biglietto, possono viaggiare sui mezzi pubblici milanesi a condizione che siano alloggiati in contenitoriprivi di spigoli (cm. 50 x 30 x 30) e che non costituiscano pericolo o intralcio per i passeggeri.

 

·         Se nella vettura o nelle stazioni della metropolitana è presente un cane conevidenti incompatibilità di coabitazione, il possessore del gatto sarà invitato a cambiare posto o ad accomodarsi in altravettura.

 

·         Ogni passeggero può trasportare una gabbietta o un contenitore con un solo micetto, furetto, coniglio, ecc.

Venezia: laCompagnia che gestisce i traghetti pubblici lungo canali del centro e della Laguna, ammette iltrasporto di cani di qualsiasi taglia e piccoli animali. Per sicurezza i cani vanno tenuti a guinzaglio e con museruola, mentre altri quattro zampe (gatti, criceti, furetti, ecc.) devono essere sistematiin apposite gabbie da portare a mano. Nella città lagunare gli animali viaggiano gratuitamente, uno per ogni passeggero. Il biglietto e' dovuto nel caso di gabbie con ingombro superiore ai 120 cm, quale somma delle tre dimensioni.

Napoli: sulla Circumvesuviana, il treno che collega la provincia al centro Partenopeo,i cani e i piccoli animali sono ammessi purché in ceste, gabbiette o contenitorisimilari, uno per ogni viaggiatore,sempre che non arrechino disturbo. E’ consentito tenere i cani di piccola taglia in braccio se gli altri passeggeri non hanno obiezioni. Cani di grossa taglia possono viaggiare se guidano non vedenti; i cani da caccia muniti di museruola e tenuti al guinzaglio. Non possono, comunque, mai occupareun posto a sedere destinato ai viaggiatori.In caso di eccessivo affollamento, sono ammessi solo i cani guida deinon vedenti.

In estate, è ancora più importante proteggere regolarmente i nostri amici cani e gatti dai parassiti: su www.frontlinecombo.it, i loro proprietari possono attivare il servizio promemoria gratuito che ricorda – tramite SMS o mail – la data di somministrazione dell’antiparassitario.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©