Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Sul Vesuvio con i fratelli Lumière: al Museo dell’Osservatorio Vesuviano il filmato del 1898


Sul Vesuvio con i fratelli Lumière: al Museo dell’Osservatorio Vesuviano il filmato del 1898
04/10/2012, 11:06

Al Museo dell’Osservatorio Vesuviano di Ercolano il film girato dai fratelli Lumière sul Vesuvio in eruzione. “ Si tratta – ha affermato Mauro Antonio Di Vito, ricercatore dell’Osservatorio Vesuviano – del filmato realizzato nel 1898 . I Lumière filmarono l’attività in corso al Vesuvio con inquadrature sulla vita quotidiana di Napoli e di luoghi famosi della città. L’eruzione ripresa è quella che, a partire dal 1895 , in quattro anni di attività più o meno continua, formò il Colle Umberto”. L’appuntamento è per il 20 Ottobre a Napoli, sul Vesuvio ed esattamente al Museo dell’ Osservatorio Vesuviano di Ercolano, in occasione deLa Settimana del Pianeta Terra , organizzata dalla Federazione Italiana di Scienze della Terra con ben 140 eventi in tutta Italia .

 

Ma c’è un altro filmato molto importante che si vedrà il 20 Ottobre e che si pensava “fosse addirittura andato perso – ha proseguito Di Vito – ed è un filmato di notevole valore scientifico.  Si tratta del film riguardante l’eruzione del 1906 , la più grande eruzione del Vesuvio nel XX secolo . Questo filmato fu realizzato da due fotografi napoletani, i fratelli Troncone, che lo inviarono a Parigi per una mostra fotografica . Lì la bobina fu dispersa . L’ultimo filmato che vedremo riguarderà l’eruzione del 1944 , in versione integrale, realizzato durante l’ultima guerra mondiale dalle Forze Alleate e donato all’allora direttore Giuseppe Imbò. Dunque avremo ben 3 proiezioni nel prestigioso salone Palmieri della Palazzina Borbonica, fatta costruire nel 1841 dal Re Ferdinando II di Borbone”   .  Le proiezioni aperte alla stampa saranno alle ore 10 ed alle ore 14 con una durata di 60minuti .

 

“Saremo su tutto il territorio italiano  - ha affermato Rodolfo Coccioni, Vice Presidente della Federazione Italiana di Scienze della Terra - e non solo sui vulcani ma anche nelle città , fiumi, grotte, laghi , montagne, miniere . La "Settimana del Pianeta Terra", avrà come base comune le Scienze della Terra e la loro divulgazione. Gli eventi sono aumentati passando dagli iniziali 120 agli attuali140 in ben 90 città italiane . Abbiamo dato vita ad un programma vastissimo con Musei aperti geoescursioni, rappresentazioni teatrali, arte . Basta andare su www.settimanaterra.org per i dettagli e scegliere l’evento . 

Toccando ambiti diversi che spaziano dall'economia all'agricoltura e dalla salute alla sicurezza nei loro diversi aspetti - energia e risorse, acqua, suolo, aria, clima, infrastrutture, mobilità, difesa dai pericoli naturali, materiali innovativi, tutela dei beni naturali e culturali -, le scienze della terra influenzano stili di vita e costituiscono le fondamenta su cui costruire uno sviluppo sostenibile.

Tra gli obiettivi della Settimana del Pianeta Terra, diffondere la cultura geologica e aumentare la visibilità delle geoscienze; divulgare il patrimonio di conoscenza delle scienze della terra e mostrare la loro diretta applicabilità alla vita quotidiana; sensibilizzare le coscienze e creare consapevolezza del ruolo strategico delle scienze della terra per il futuro della società; incrementare il dialogo tra geoscienziati, politici e decisori”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©