Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Dallo sport adesso sogna lo scettro

Susanna Cicali, da campionessa di canoa a Miss Italia

La diciottenne è tra le 60 finaliste

Susanna Cicali, da campionessa di canoa a Miss Italia
30/08/2011, 18:08

FIRENZE - Una campionessa dello sport, con la canoa, che sogna di diventare anche una campionessa di bellezza: è Susanna Cicali, 18 anni, di Bagno a Ripoli (Firenze), una delle 60 ragazze che si contenderanno il 18 e 19 settembre a Montecatini Terme lo scettro di Miss Italia 2011. Susanna Cicali è una delle 5 finaliste arrivate dalla Toscana. Atleta professionista, ha già un palmares internazionale di tutto rispetto: sei le medaglie vinte in campionati Mondiali ed Europei Juniores, tra cui un oro, tre argenti e due bronzi. Oggi il suo sogno sportivo è di andare alle Olimpiadi di Londra ma prima proverà a vincere la sfida di Miss Italia. Proprio durante il concorso di bellezza, tra l'altro, grazie ad un permesso speciale che le ha concesso la patron Patrizia Mirigliani, domenica scorsa a Mantova è stata selezionata, nel K1 under 23 femminile, per fare parte della squadra azzurra che parteciperà dal 21 al 23 ottobre a Singapore ai mondiali di maratona. Susanna fa parte della storica società Canottieri Comunali Firenze e proviene da una famiglia sportiva: oltre al padre Stefano (ex canoista), la sorella Stefania vanta una partecipazione alla finale del K4 raggiunta alle Olimpiadi di Pechino del 2008. Proprio il padre spiega che tutta la famiglia aspetta gli sviluppi di questa nuova avventura per Susanna. «Vincere nel concorso di bellezza sarebbe un premio per babbo e mamma, una vittoria nello sport è invece tutto suo, del suo impegno - dice Stefano Cicali -. Non c'è nessuna dicotomia tra le due cose ma un differente impegno. Aspettiamo e vedremo». Il presidente della Canottieri Comunali, Francesco Conforti, con orgoglio ricorda di averla vista crescere, e augura a Susanna «di riuscire ad ottenere il giusto successo anche in questa nuova sfida. È bello legare uno sport come il nostro a questa avventura e le auguro di ottenere anche in questo caso gli stessi successi che ha avuto in campo sportivo». Più prudente, forse anche per il ruolo che ricopre, il suo allenatore Marco Guazzini: «Da amico sono contento per Susanna per il successo e tutte le possibilità che potrà avere con Miss Italia, ma da allenatore ho qualche dubbio in più, soprattutto per capire come potrebbero conciliarsi le due carriere».

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©