Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Taranta e Tarantella caprese sbarcano a Mitte nel salotto buono di Berlino


Taranta e Tarantella caprese sbarcano a Mitte nel salotto buono di Berlino
12/06/2012, 17:06

I suoni della Taranta sbarcano a Mitte al Due Scalini Bistrò, un angolo di Capri e del Mediterraneo aperto a Berlino da due giovani imprenditori isolani Gemiliano e Mariano ed il siciliano Piero. Durante lo scorso weekend il Due Scalini Bistro in Torstrasse 97 ha inaugurato una rassegna di eventi per l’estate 2012 dal titolo “Sulle note dei sensi”. Filo conduttore della kermesse è la musica popolare unita alla cucina casareccia in un intreccio esplosivo che alterna i sapori del mediterraneo alle melodie delle terre del sud Italia. La serata d’apertura è stata una gran festa tra fiumi di vino siciliano e abruzzese misti a pizze, arancini e ravioli capresi che abbondavano sulle tavole dei clienti della rustica terrazza del bistro in Mitte condita ora dai sapori della cucina capree di mamma Maria ora dalle note ricercate di Luigi, al secolo Pierluigi Virelli e le percussioni di Serdar Saydan. Sonate a cantu e sonate a ballu, storie cantate del repertorio calabrese, campano, siciliano e salentino, tutto in un clima da festa di paese con la partecipazione viva di giovani intenti a divertirsi, tra balli, salti e bisogno di far sentire la voce della propria terra. I brani di Luigi risuonavano di un eco di un tempo lontano ma allo stesso tempo erano più vivi che mai e trascinavano tutti gli astanti in una frenesia di movimento e danza tra gli odori del pane a bruschetta o dei bicchieri di vino di Sicilia. Tante risate e tanto calore, sembrava di essere in una piazza italiana, una di quelle rumorose della costa meridionale d’Italia. Ancora altri tre appuntamenti, uno per ogni mese a venire che vedranno esibirsi tutti i componenti della band folk guidata da Virelli. Tante le sorprese in serbo per le prossime serate che cercheranno di far conoscere i sapori e suoni del mediterraneo nel cuore della Germania a Berlino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©