Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Teatro Cilea, presentazione cartellone 2013-2014


Teatro Cilea, presentazione cartellone 2013-2014
05/11/2013, 10:27

NAPOLI - Davvero un bel lavoro quello del direttore artistico Patrizio Tabacchini che con l’impegno di sempre ha messo a punto per gli amici del Teatro Cilea un nuovo cartellone capace di accontentare ogni tipo di pubblico per età e gusto. E così, grazie alla sua intuizione, lo spazio di via San Domenico, che gia dalla scorsa stagione ha accresciuto il numero dei suoi abbonati, per la stagione 2013 2014 proporrà una programmazione con 16 spettacoli di cui tre fuori abbonamento ricca e variegata nonché animata dalle migliori presenze del panorama teatrale nazionale. “Pur considerando la crisi- ha detto il direttore Tabacchini- il Cilea intende ancora puntare sulla qualità e sulla competitività dei prezzi. Per tutti, degli appuntamenti di prestigio ed un abbonamento a 13 spettacoli che può anche trasformarsi con un costo vantaggioso in un mini abbonamento fatto di 7 spettacoli a scelta”. Inaugurata da Marisa Laurito e Giuseppe Zeno protagonisti de “La Signora delle mele”, il lavoro teatrale con le musiche di Nicola Piovani e la regia di Bruno Garofano, fino a domenica  10 novembre, la stagione del Cilea ottobre, proporrà Carlo Buccirosso con “Finchè morte non vi separi” mentre dal 14 novembre a divertire il pubblico con la sua sorniona ironia ci penserà Gino Rivieccio con “Faccio progetti per il passato”.“Torno al Cilea dopo 15 anni - ha dichiarato il popolare attore-  ed il lavoro che proporrò, sulla scia del suo emblematico titolo e dell’immutabilità della situazione in Italia, offrirà con la presenza in scena dei musicisti Mario Messina e Nancy Squitieri, uno spaccato sul momento che stiamo vivendo”. Dal 28 novembre spazio alla canzone con Maria Nazionale che con la regia di Bruno Colella presenterà il concerto live “Libera”. “Ho voluto- ha detto l’artista- che questo recital diventasse il racconto di tutte le mie esperienze artistiche e di vita personale, dei progetti passati e di quelli futuri, delle cose realmente accadute e  di quelle che accadono solo nei sogni”. Giunti al 5 dicembre, sarà la volta di Federico Salvatore con “E noi zitti sotto”, uno spettacolo da lui stesso scritto diretto ed interpretato. “Nato in concomitanza con l’omonimo lavoro discografico- ha detto Salvatore- il lavoro teatrale è scritto, cantato e pensato in napoletano. Fa eccezione solo il titolo in italiano che scaturisce da una citazione fatta da Massimo Troisi nel suo film ‘Non ci resta che piangere’. Si tratta di un esempio di teatro canzone che ricorda il genere caro al grande Giorgio Gaber e che mi vede impegnato, senza rinnegare  i miei spettacoli di ieri, con la canzone d’autore ed il monologo dialogico e parodistico su tematiche di carattere sociale”. A seguire, dal 19 dicembre, appuntamento con la storia del teatro napoletano, ovvero, con Luigi De Filippo e la sua messinscena di “Un suocero in casa”, un adattamento da lui stesso firmato, diretto ed interpretato con una compagnia di 10 attori, tratto dai tre atti di Peppino e Titina De Filippo “ Ma c’è papà”,  che nel rappresentare uno dei più divertenti lavori del Teatro Umoristico dei fratelli De Filippo, andò in scena per la prima volta nel 1935 al Teatro Politeama di Napoli. Giunti allo spettacolo di Natale, lo stesso sarà di appannaggio di Biagio Izzo affiancato da Francesco Procopio con “Esseoesse”. Il 2014, sarà inaugurato da Ciro Ceruti e Ciro Villano con una nuova versione del loro collaudato spettacolo “Click”. Dal 30 gennaio largo alla drammaturgia di Cetty Sommella che nel dirigere un attore come Nando Paone presenterà “Ridere!...E poi?” “Un lavoro -come ha affermato il protagonista Paone- che essendo datato 2005 dimostra come l’autrice scrive soprattutto non per mettere in scena bensì per lasciare maturare i suoi pensieri in attesa che il tempo compia naturalmente l’alchimia della rappresentazione. Si tratta di un testo dai grandi spunti filosofici che punta su quella voglia di esistere dell’essere umano”. Dopo l’appuntamento del 13 febbraio con Rosario Verde ed il suo lavoro scritto con Marco Lanzuise e diretto da Salvatore Ceruti “Grossi affari in famiglia”, sarà la volta di Patrizia Pellegrino e della commedia “Qualcuno è perfetto” con Stefano Masciarelli e la regia di Antonello Capodico. “Sono contenta- ha detto l’attrice- di ritornare al Cilea per la quarta volta e di vivere questa bella esperienza di attrice non solo leggera insieme ad un attore come Masciarelli che ti offre veramente la gioia di vivere”. Dopo “I Ditelo Voi” in scena dal 6 marzo con “Gomorroide”,  dal 20 marzo, l’appuntamento con il teatro comico di Benedetto Casillo e la sua versione di “Nu mese’o frisco” di Paola Riccora. “Uno spettacolo- ha detto Casillo-  presentato con la mia Stabile della risata napoletana che coinciderà con il 20° anniversario della morte di Luisa Conte, la stessa che tanto successo ottenne con il lavoro all’epoca diretto da Nino Masiello nella stagione inaugurale del suo Sannazaro nel 1971”. Per i tre fuori abbonamento dal 10 ottobre, grande fermento per “Eccezionalmente Tre Tre”, lo show che vedrà i popolari Edoardo Romano, Mirko Setaro e Gino Cogliandro, ritornare insieme  sulle scene in esclusiva per il Cilea. “Anche se 18 anni fa dicemmo basta all’apice della popolarità- ha dichiarato Romano- prendendo, sia pure dirette verso lo spettacolo, tre strade diverse, saremo felici di ritrovarci uniti in una città che non abbiamo mai rinnegato con un lavoro rappresentato dalla rivisitazione in chiave teatrale del nostro percorso artistico”. Ancora, dal 24 gennaio, il Concerto di Eddy Napoli intitolato “Eddy canta Napoli” diviso tra tradizione ed innovazione e dal 27 marzo Peppe Iodice con lo spettacolo scritto con Lello Marangio “Peppy Hour Party Show”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©