Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

La commedia - capolavoro di Gaetano Di Maio

Teatro Corallo. Gloriana in "Madama quatte solde" a Torre del Greco


Teatro Corallo. Gloriana in 'Madama quatte solde' a Torre del Greco
28/02/2011, 12:02

Gloriana, dopo il successo ottenuto nelle scorse stagioni teatrali con le commedie “Angelarosa Schiavone” e “Ricchi in canna e poveri sfondati”, si cimenta in un altro capolavoro di Gaetano Di Maio, portato in scena dalla compianta Luisa Conte (Napoli, 27 aprile 1925 – Napoli, 30 gennaio 1994), e riproposta al Multisala Corallo in Torre del Greco lo scorso 21 e 22 febbraio, con “Madama quatte solde”.
La commedia in due atti di Gaetano Di Maio e Nino Masiello, è un testo napoletano contemporaneo, scritto negli anni ’70, ma ambientato negli anni ’50. in questa farsa si assiste anche ad uno scontro generazionale tra quegli adulti, ancora legati al dopoguerra e che facevano a pugni con la grammatica italiana, e la generazione successiva, che prediligeva lo studio ed era già protesa verso il periodo che culminerà con il boom economico.
Gloriana ha deciso di affrontare questo nuovo impegno teatrale anche per rendere ancora una volta un omaggio a Luisa Conte che, per anni, ha portato al successo le commedie di Gaetano Di Maio.
Come le altre commedie, anche questa sembra costruita sulle corde di Gloriana. Il regista Giulio Adinolfi così scrive: “Quando due anni fa mi fu proposto di accompagnare Gloriana in un’avventura teatrale affascinante e stimolante, accettai di buon grado e non mi sbagliavo, perché sapevo che Gloriana dietro al suo sorriso così dolce e disarmante, possiede la determinazione, il sacrificio, l’ironia e la nobiltà del popolo napoletano. Anche in questa commedia che racconta di una ex “Baccalaiola” che, raggiunta una certa agiatezza, cerca soltanto la felicità dei suoi due figlioli, troviamo una Gloriana perfetta nel pathos come nelle parti più leggere”.
Accanto a Gloriana recitano Oscar Di Maio, Angelo Di Gennaro, Franco Pinelli, Adriano Mottola, Tommaso Scarpato, Patrizia Monti, Mchele Amalfi, Rita Celli, Anna Alosa, Mariangela Vessicchio, Antonio Botta, Dèsirèe Parisi e Stefano Sannino. La scenografia è stata realizzata da Massimiliano Pinto, le musiche sono di Enzo Campagnoli, i costumi di Enzo Panzanella, audio e luci di Gennaro Russo e la regia di Giulio Adinolfi.   
 

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©