Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Teatro Sannazaro, presentazione cartellone 2013-2014


Teatro Sannazaro, presentazione cartellone 2013-2014
05/11/2013, 10:25

NAPOLI - Con gli occhi pieni di quegli stessi riflessi di una Napoli teatrale tanto amata dalla nonna Luisa Conte e con il cuore colmo di desiderio per la salvaguardia di uno degli spazi storici più amati dai partenopei, Lara Sansone, anima combattiva e direttrice artistica del pluri-titolato Teatro Sannazaro, ha annunciato gli spettacoli per la nuova stagione artistica 2013- 2014. E lo ha fatto con quella stessa fermezza di chi, conscia dell’eredità ricevuta, intende devolvere al pubblico quanto raccolto in lunghi anni di esperienze, lotte e gavetta. Così, animata dallo spirito di Nonna Luisa che ancora incombe etereo e possente nell’aria di quello che fu il suo regno, Lara l’attrice, la regista e la direttrice, ha presentato i temi del nuovo cartellone che, a vent’anni esatti dalla scomparsa, sarà dedicato a colei che seppe dare lustro e decoro ad un teatro diventato nel cuore dei napoletani, la “bomboniera” di via Chiaia.  Ed è partendo dal motto “la tradizione che fa turismo” e dalla voglia di trasformare il Sannazaro in un luogo capace per tutti i giorni dell’anno di coniugare la Napoli teatrale con quella dei tour operator che la stessa Lara Sansone fino al prossimo 17 novembre, in abbonamento, riporterà in scena il grande spettacolo corale “La festa di Montevergine” di Raffaele Viviani. “Omaggiando nel migliore dei modi Luisa Conte indiscussa protagonista di quella che fu una delle sue produzioni più ambiziose - ha detto Lara Sansone- questa messinscena, con la mia regia, vedrà all’opera gli attori di ieri (molti dei quali parteciparono alla storica edizione del 1986) unitamente a quelli di oggi e vedrà il Sannazaro trasformarsi, struttura al completo, in un vero e proprio luogo di festa dove, levate le poltrone, tra tavolacci, vino rosso e taralli, il sacro si mescolerà al profano in un percorso sensoriale tutto da vivere nel nome di uno spettacolo capace di emozionare e divertire”. Ancora tradizione nel nome di donna Luisina Conte, dal 29 novembre, quando Benedetto Casillo, presenterà “Nu mese ‘o frisco” di Paola Riccora.  “Uno spettacolo - ha detto il popolare attore e regista - che nel coincidere con il 20° anniversario della morte dell’indimenticabile Conte, ricorderà il grande successo che la stessa ottenne con il lavoro all’epoca diretto da Nino Masiello nella stagione inaugurale del suo Sannazaro nel 1971”. Giunti al 6 dicembre, giungerà Simone Schettino protagonista di “Se permettete vorrei andare oltre” mentre per tutto il periodo natalizio spazio al “ Nuovo Cafè Chantant” firmato Lara Sansone, lo storicizzato spettacolo diventato ormai un appuntamento fisso capace di fare rivivere in via Chiaia i grandi fasti dei caffè concerto della belle époque. Ancora, dal 31 gennaio 2014, grande attesa per la cantante ed attrice, Gloriana, protagonista con la regia di Pino Moris di “Siamo appena arrivati da Napoli”. “Un lavoro- così come ha spiegato il regista Moris-  che, nel ricordare i grandi successi del 1988-1989 della coppia Gloriana- Merola capace di spopolare in Italia ed all’estero, custodisce come in una sorta di pianino viaggiante un poco di tradizione, un poco di canzoni ed un pizzico di sceneggiata. In scena, al posto dell’indimenticato Merola, un artista come Ciro Capano da sempre piacevolmente diviso tra canzone, teatro e cinema, unitamente agli altri interpreti Oscarino Di Maio, Mario Aterrano e Massimo Salvetti”. Dopo l’appuntamento previsto dal 28 febbraio con la comicità di Gino Rivieccio ed il suo spettacolo “Ti presento mio fratello”, dal 21 marzo arriverà pure il neosettantenne, indiscusso Re della macchietta, Vittorio Marsiglia con i due tempi firmati Rivieccio- Verde, “Il club dei Marsigliesi”. Ancora, dal 21 marzo, Eduardo Tartaglia e Veronica Mazza saranno i protagonisti di “Questo bimbo a chi lo do” la collaudata commedia scritta dallo stesso attore, autore e regista Tartaglia che tanto successo ha ottenuto già dal suo primo debutto in città”. “ Sono felice- ha dichiarato Veronica Mazza- di presentare proprio al Sannazaro, con Eduardo, un lavoro  che punta sul moderno tema dell’utero in affitto, contando sulla forza di uno spazio che ancora riporta alla mente le gesta della grande Conte unica imprenditrice donna del teatro italiano dei nostri tempi”. Passando ai fuori abbonamento, dal 15 novembre, a giungere nello storico spazio di via Chiaia saranno Ciro Ceruti e Ciro Villano con il loro divertente lavoro “Piccoli segreti di famiglia” mentre a seguire un imperdibile momento dedicato ai grandi classici della storia con la “Lisistrata” di Ingrid Sansone alle prese, insieme con Mario Brancaccio, con il lavoro che tanto successo procurò a nonna Luisa. “ Sono emozionata - ha detto l’altra nipote d’arte Ingrid- di portare al Sannazaro lo spettacolo tanto caro a mia nonna. Partendo da Aristofane, ripercorreremo le grandi tracce da lei lasciate divertendo il pubblico nel nome d’una ironia che parte davvero da lontano”. A chiudere i fuori abbonamento ci penserà Gianluca Di Gennaro, il popolare e bravo interprete di cinema e fiction, nipote dell’indimenticabile Nunzio Gallo, alle prese con “La fortuna non esiste”, il testo scritto e diretto da Ciro Ceruti. A completare infine le offerte del teatro, anche la piccola Rassegna di Teatro, Cinema e Letteratura  a cura di “Ente Teatro Cronaca”, “Sannazaro Switch”, il mini cartellone per i più piccoli con Carlo Croccolo, Giovanni Muciaccia, Marco Zoppi e Pino De Maio ed una “Scuola di Teatro Napoletano” diretta da Benedetto Casillo.                  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©