Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Da Goethe ai giorni nostri, le bellezze della Campania

"Terra Felix": parole e musica a Santa Maria Capua Vetere


.

'Terra Felix': parole e musica a Santa Maria Capua Vetere
20/11/2010, 12:11

SANTA MARIA CAPUA VETERE- “Il napoletano crede di essere in possesso del Paradiso”. Con queste parole lo scrittore Goethe, giunto in Italia per il suo Grand Tour, descriveva la Campania. Una terra che, nei suoi racconti, era meravigliosa e ricca di storia.
Per celebrare i fasti di allora, e soprattutto per sottolineare le bellezze di oggi, la città di Santa Maria Capua Vetere, in collaborazione con il Consolato generale di Germania a Napoli e con la facoltà di Lettere e Filosofia della Seconda Università ha organizzato uno spettacolo al Teatro Garibaldi.
Musica e parole a servizio di una “Terra Felix”, come recita il titolo della rappresentazione, in un territorio che ha dalla sua parte tanta cultura e che, nell’ultimo periodo, sta fronteggiando i pur numerosi problemi con tenacia ed in modo brillante. “Goethe descriveva la Campania come una terra magica. Lo è ancora oggi ma la sua bellezza è fragile e le sue sorti sono nelle nostre mani” – ha detto il console generale Christian Much, intervenuto all’ evento –“I problemi ambientali di cui si parla tanto dovranno essere risolti con l’impegno di tutti per ridare ai cittadini la loro bellissima terra”.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©