Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

Terra Jonica di Taranto: una terra unica, da vivere e da gustare. Non solo d’estate.


Terra Jonica di Taranto: una terra unica, da vivere e da gustare. Non solo d’estate.
22/03/2010, 15:03

Terra Jonica, il brand 100% made in Taranto, sarà presente alla Borsa Mediterranea del Turismo dal 26 al 28 marzo, con tantissime novità. Oltre alla partecipazione alla BMT, sarà la protagonista di un evento d’eccezione che si terrà venerdì 26 marzo presso lo storico locale napoletano Blue Stone: una kermesse di musica e cibo, introdotta da un Vin d’Honneur con prodotti di enogastronomia di eccellente qualità. A seguire, In a sentimental Sud, concerto live sulle intriganti note mediterranee di Martino de Cesare, con Tony Esposito special guest (la partecipazione è su invito, che può essere ritirato in BMT presso lo stand del Tavolo del Turismo di Taranto, Prov. Ta).
Terra Jonica, marchio fortemente voluto dal Tavolo del Turismo di Taranto, promosso e valorizzato attraverso una serie di iniziative rivolte al trade e al pubblico dei viaggiatori, è in una positiva fase di consolidamento, grazie alla sinergia dei professionisti e degli operatori del settore che credono con fervore in questa sfida. Il trend positivo nasce anche (e soprattutto) da un altro fattore: oggi la Puglia tutta è sotto i riflettori, e come un’attrice maliziosa se ne va in giro a pretendere onori e attenzioni, riuscendovi molto bene grazie alla sua incomparabile bellezza. Terra Jonica è una delle sue eccellenze, unica e particolare, caratterizzata da un ricco patrimonio culturale.
Nella spazio BMT del Tavolo del Turismo saranno presenti i principali attori dello scenario turistico tarantino. Insieme, con un unico grande obiettivo: creare economia sana, attrarre investimenti nel settore turistico, consolidare l’offerta del territorio della provincia di Taranto, attraverso una proposta integrata che unisce tradizione, sport, benessere, enogastronomia, musica, cultura, folclore.
Dai Riti della Settimana Santa, secondi nel bacino del Mediterraneo soltanto ai Riti della Semana Santa di Siviglia e figli della stessa tradizione seicentesca, all’eccellenza dei prodotti enogastronomici, alla Green Road, direttrice turistica che tocca le splendide masserie incorniciate da ulivi secolari, alla vela, all’archeologia e alla musica mediterranea, colonna sonora di questa terra.
Due esempi di proposte turistiche: il consolidato già pacchetto Greci e Messapi in Terra di Taranto, che propone originali weekend tra musei e parchi, in un circuito che tocca – in un raggio d’azione di pochi chilometri – ben 5 mete, tra le quali il Martà (Museo Archeologico di Taranto, dove è stata appena inaugurata la mostra La Vigna di Dioniso. Vite, vini e miti in Magna Grecia in programma fino al 18 lulio), il Castello aragonese di Taranto, il Parco archeologico delle Mura Messapiche a Manduria, il Museo della ceramica, il quartiere delle ceramiche di Grottaglie (2 notti con possibilità di scelta tra hotel 5, 4 e 3 stelle da un minimo di 110 a un max di 220 euro; offerta valida fino a maggio); Terre di Taranto. Arte, archeologia, riti, la vera attrattiva della provincia di Taranto, proposta in occasione dei Riti della Settimana Santa: un pacchetto per il weekend dall’1 al 4 aprile che offre visite guidate al Martà, ai parchi archeologici di Leporano e Manduria, escursioni in mare con degustazione di prodotti tipici. La proposta è opportunamente integrata dal “menù tipico” in ristoranti convenzionati. Qualche esempio: 3 notti in camera doppia con prima colazione al costo di 280 euro in hotel a 4 stelle, 2 notti in camera doppia con prima colazione al costo di 200 euro in hotel a 4 stelle. In questo modo la Terra Jonica diventa unica, tutto l’anno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©