Cultura e tempo libero / Happy hour

Commenta Stampa

The burlesque show al tin dal 2 al 4 dicembre


The burlesque show al tin dal 2 al 4 dicembre
29/11/2011, 12:11

Dalla comune passione per le atmosfere retrò, per lo spettacolo di varietà anni ‘30 e l’amore per la musica swing manouche, il teatro burlesque e la danza jazz, nasce: The Burlesque Show – Le Follie degli uomini poveri. Lo spettacolo evoca le rappresentazioni del teatro Vaudeville, alterna momenti comici e clowneristici a ironici e seducenti strip-show in cui è sempre presente l’elemento satirico delle origini dell’arte burlesque.

ll gruppo di artisti è formato da una band musicale e tre performer. La band è formata da Antonio Cece e Dario Bellicoso alle chitarre, Catello Tucci al violoncello e l'attrice-cantante Madame Brunò alla voce, la quale inoltre presenterà i numeri delle artiste interpretando testi scritti da Roberto Pappalardo. Il repertorio è composto da famosi standard jazz rivisitati in chiave manouche.

Gli act sono ideati dalle attrici-ballerine: Fanny Damour, Lidì Éclat, Roby Roger con la partecipazione di Violet Hill le quali vengono da esperienze formative diverse: Fanny ha studiato per anni teatro di prosa e mimo per poi approdare alla Burlesque School di Milano, la prima scuola in Italia, dove ha seguito le lezioni di Mitzi Von Wolfgang, Lidì si è diplomata in modern jazz e danza contemporanea con Ferdinando Arenella e Federica Musella per poi specializzarsi allo IALS di Roma in composizione coreografica con docenti internazionali.

Dal loro incontro nasce l'idea di questo spettacolo, in cui le performance si alternano alla musica dal vivo. I siparietti consistono in brevi apparizioni su musiche che vanno dagli anni ‘20 agli anni ‘60, con riferimenti coreografici al Charleston, al Chicago musical, al cinema muto di Charles Chaplin, alle donne del cinema di Fellini, alla tradizione musicale e teatrale partenopea.

Al termine dello spettacolo per le più coraggiose sarà offerta una breve lezione di seduzione...

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©