Cultura e tempo libero / Clubbing

Commenta Stampa

The Gentlemen’s Agreement ritorna a Napoli


The Gentlemen’s Agreement ritorna a Napoli
23/12/2011, 13:12

Dopo la data saltata de Lanificio25 lo scorso ottobre, la band partenopea più filo sudamericana che c’è, The Gentlemen’s Agreement ritorna a Napoli in un live speciale il giorno di Santo Stefano. La Galleria 19, locale in del centro storico di Napoli, ad ospitarli, accompagnandoci in un viaggio dell’anima. “Verità tropicale” a firma Caetano Veloso, non è una semplice biografia ma l’immagine nitida di un movimento artistico ai più noto come tropicalismo. Ed i Gentlement’s Agreement proprio di quel suono si sono innamorati, lasciando in piedi altrettante ipotesi e frammenti di musica. Oltre il confine tra Stati Uniti e Messico, una cartolina da Cuba ed in generale un atteggiamento che accanto alla filosofia dei cantori del tempo, vede un sobrio utilizzo delle percussioni. In questo gioco di citazioni la formazione cresce, anche esponenzialmente. Sono oggi in cinque: Raffaele Giglio (Voce, Ukulele, Chitarra Acustica,Tres Cubano, Mandolino); Fabio Renzullo (Tromba, Toy piano, Armonica, Cori), che in questo disco ha scritto gran parte delle sezioni fiati ma sostituito nel live da Stella Manfredi al violino; Gomez (Contrabbasso, Cori) ; Andrea De Fazio (Batteria, Cori) e Gibbone (Surdo, Caixa, Quica, Agogo, Clave, Triangolo, Pandeiro, Repinique, Tamburim, Chocalho, Cori). L’artwork e il primo video del disco sono stati realizzati dal talentuoso Alessandro Rak, che ha contribuito, con il suo tratto a costruire un immaginario attorno a questa delicata storia. Tra gli ospiti del disco Alfredo Maddaluno (Atari), Lelo Natale Smith (Le Loup Garou) e Peppino e Peppone (Tromba e Sax dei Rudy&Crudi). Per l’occasione ed in esclusiva alla Galleria 19 verrà proiettato appunto il loro primo video” Let Free Your Fun”.

Al termine del live saliranno sul palco gli Avantgarde con un dj set a metà fra il rave e la più classica performance rock & roll.

La serata terminerà con un’improvvisazione samba a cura della Bateria Pegaonda.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©