Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Ancora in bilico i contratti di Vauro e Travaglio

Torna Annozero, Santoro:"Appartiene al pubblico"


Torna Annozero, Santoro:'Appartiene al pubblico'
20/09/2010, 20:09

ROMA - Per i contratti di Vauro e Travaglio ancora si naviga nel dubbio; lo spot ufficiale (recitato dallo stesso vignettista) andrà invece in onda soltanto a partire da questa sera. Nonostante i numerosi e pervicaci tentativi di boicottaggio ed oscuaramento, però, Annozero ricomincerà ad andare in onda a partire dal prossimo 23 settembre; sempre su Rai2, alle ore 21.
Michele Santoro, che qualche giorno fa aveva chiesto aiuto ai fan per quelli che erano stati definiti "ritardi importanti nel predisporre la macchina del programma", ha oggi ringraziato il proprio numeroso e attento seguito attraverso il sito del format; riscontrando, tra l'altro, la risposta "come sempre straordinaria ed entusiasta" dell'affezionato pubblico. Togliendosi un altro sassolino dalla scarpa, il noto conduttore dell'apprezzatissimo programma, ha poi sottolineato con orgoglio che "centinaia di migliaia di persone si stanno attivando sul web per un gigantesco passaparola che ridicolizza qualsiasi tentativo censorio e ritardo burocratico. Se giovedì 23 settembre alle 21 troveremo il nostro pubblico ad aspettarci come ogni anno, senza che per «Annozero» siano andati in onda gli spot come per Porta a Porta o Ballarò, sarà solo perchè‚ voi avrete vinto ancora una volta: se un programma appartiene veramente al pubblico non è facile decidere per decreto di farlo morire".
Insomma, ancora una volta, chi tenta di sbattere fuori dalla porta il programma "eversivo", se lo vede inesorabilmente ricatapultato dentro dalla finestra (virtuale). Il vibrante messaggio santoriano si conclude poi con alcune riflessioni aggiuntive, qualche altra immancabile frecciata e l'appello ad utilizzare il sempre più potente mezzo web per pubblicizzare il ritorno della trasmissione:"Si fa un gran parlare di regole, circolari e catechismi - scrive infatti Santoro -; e siccome stiamo celebrando l'unità d'Italia vorrei ricordare a tutti come Camillo Benso di Cavour rispondeva a chi gli chiedeva quale legge si dovesse fare per impedire gli abusi dell'informazione: "La legge migliore è nessuna legge". E 150 anni dopo c'è chi vorrebbe dimenticare Cavour per tornare al "visto si stampi, al timbro preventivo". C'è troppo silenzio su questo, come sempre quando nel nostro Paese si parla di libertà. Voi però non state zitti - conclude il giornalista -: su You Tube circolano tanti spot spontanei che annunciano la partenza di Annozero; e chi vuole può adoperarli. Io però manderò a tutti i miei amici quello con Vauro protagonista. S'intitola «Odissea nello spazio». Diffondetelo anche voi! Un abbraccio".
Nelle televisione di Stato, in effetti, non si è dato spazio ad alcun tipo di promozione dell'oramai storico programma di Rai2; lasciando invece il solito, enorme spazo agli editoriali di Augusto Minzolini e agli spot di Porta a Porta. Un tentativo di sordida e goffa censura che però, come sempre accade da quando internet non è più appannaggio di pochi, è stato sovrastato abbastanza agevolmente dal passaparola virtuale.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©