Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Napoli. Oggi e domani presso la Mostra d'Oltremare

Torna la Fiera del baratto e dell'usato


.

Torna la Fiera del baratto e dell'usato
17/04/2010, 11:04

NAPOLI - Ritorna anche quest’anno l’appuntamento alla Mostra d’oltremare di Napoli con la Fiera del baratto e dell’usato. “Bidonville”, nome del soggetto promotore della manifestazione e altro nome della fiera, è la manifestazione creata per offrire uno spunto maggiore al riutilizzo di materiali e oggetti e rivolta ad un pubblico attento ai consumi, che, all’interno degli spazi della fiera, cerca le soluzioni per il ricollocamento di materiali oramai desueti donando loro nuove forme. Nata da un progetto che si ispira al motto “Riutilizzare, Manutenere, Rigenerare tutto, anche la testa”, Bidonville promuove la massima della conservazione, della modifica e del riuso. In contrapposizione con la logica del ricambio (che si pone come obiettivo l’uso di oggetti disegnati per un momento circoscritto, ossia per soddisfare solo il bisogno e la voracità di un pubblico attento alle mode del momento), l’associazione crede nel riutilizzo - inteso come negazione del consumo rapido di oggetti e che poggia invece sull’utilizzo di prodotti che modificati e variati possono ancora vivere - ritenendo che “le cose effimere non sono mai riuscite a farci risparmiare materiali, energie e denari”. Temi principali dell’evento sono naturalmente il riutilizzo, l’impatto ambientale e il baratto; i principali settori sono come sempre l’artigianato, la modernità, il collezionismo, l’antiquariato e l’artigianato creativo, aree tematiche secondo cui si raggruppano gli stand espositivi in fiera. Nel rispetto della cultura del riciclo la fiera si propone di scoraggiare i comportamenti lesivi dell’ambiente, sostenendo al contrario una cultura del riutilizzo. Numerosi (circa 1200, distribuiti su 500 stands) sono gli espositori, privati e aziende, che ogni anno rinnovano l’appuntamento con la fiera del baratto e dell’usato, contribuendo al rinnovamento dell’evento, che promuove sempre nuovi e numerosi eventi ed esposizioni ispirate alla filosofia di “bidonville”, ossia alla filosofia del “recycling” e del “restyling”. Tanti e numerosi sono le aziende e le piccole realtà imprenditoriali che presentano nell’area “Di tutto di più” i propri prodotti provenienti dalle loro cantine o soffitte o anche oggetti, memorabilia, cose del passato che rappresentano piccoli tesori per i visitatori. Un’area privilegiata della fiera è dedicata ad aziende la cui missione è legata a temi ambientali, al consumo etico e ai prodotti eco-compatibili. L’evento, organizzato dall’associazione Bidonville, per l’appunto, dedita alla promozione del riciclo e riuso di materiali ed oggetti, ha riscosso sempre un importante successo di pubblico nelle scorse edizioni, con oltre 1.000.000 visitatori negli anni precedenti. Nei giorni 17 e 18 aprile a Napoli torna il nuovo appuntamento con la 28° edizione della Fiera del Baratto e dell’usato: 700 espositori su 28.000 mq di superficie espositiva coperta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©