Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Presentazione album musicale a Palazzo Baronale

Torre del Greco - "Il viaggio di Enea" - CD di Nicola Di Lecce, Antonio Onorato e Peppe Mauro


Torre del Greco - 'Il viaggio di Enea' - CD di Nicola Di Lecce, Antonio Onorato e Peppe Mauro
15/11/2010, 09:11

L’Associazione Gymnasium il prossimo 16 novembre alle ore 18,00 presenterà l’album musicale “Il viaggio di Enea” - realizzato da Nicola Di Lecce, Antonio Onorato e Peppe Mauro. Interverranno alla presentazione del CD - presso la sala consiliare di Palazzo Baronale a Torre del Greco - Michele Polese, Presidente del Consiglio Comunale Città di Torre del Greco, Olga Sessa, Assessore alle politiche giovanili, Benito Ripoli, Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tradizioni popolari. La presentazione dell’opera sarà affidata al giornalista Gennaro Di Donna.
Il poema epico dell’Eneide nasce per celebrare la potenza militare di Roma. Scritto da Publio Virgilio Marone dal 29 a. C. al 19 a.C. si eleva, nel corso della sua estensione, ad invocazione alla pace universale.
L’Eneide narra le gesta di Enea. L’intento di Virgilio è la fusione del mito greco con la storia latina, il passato degli eroi con il presente degli uomini. Ma Virgilio, allo stesso tempo, lancia una sfida alla superbia dei potenti e li ammonisce: la vittoria di un giorno può trasformarsi in disfatta il giorno dopo. L’unico valore degno degli uomini è la pietà per gli sconfitti.
L’Eneide conserva la sua attualità non solo per i temi che tratta e per il suo stile, ma soprattutto per le storie che racconta, ricche di carica umana, come lo straziante amore tra Enea e Didone, l’amicizia fra Eurialo e Niso, il sacrificio della vergine Camilla, l’inganno del cavallo di Troia.
Il 16 novembre “Il viaggio di Enea” sarà accompagnato dalle sonorità della musica etnica. Come anticipa il giornalista Gennaro Di Donna “La musica si fa macchina del tempo. Un salto nel passato alla luce del presente. Suoni e voci che, perdendosi nella notte dei tempi, acquisiscono nuova forza, ritornano ad evocare sensazioni e stati d’animo, miti e gesta d’eroi, amori e misteri, il senso della vita e quello della morte”.

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©