Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Premiati Carlo Taormina, Adriana Bruni e tanti altri

Torre del Greco - Premio Internazionale "Madre Teresa di Calcutta"


Torre del Greco - Premio Internazionale 'Madre Teresa di Calcutta'
23/11/2010, 16:11

Una bella serata, quella del 19 novembre scorso, in ricordo di Madre Teresa di Calcutta, organizzata dall’Associazione Aglaia del M° Espedito De Marino, Centofiere Campania di Mimmo Cirillo, Play and record del M° Iacentino Di Cresce e dal Maresciallo Massimo Nuzzo, nella splendida cornice di Villa Green in via Montedoro a Torre del Greco.
Tanti i premiati riconosciuti con una targa che recava la seguente motivazione: “Per aver promosso e realizzato opere di carità ad ogni classe di persone”. Premiato dall’assessore del Comune di Torre del Greco Olga Sessa, l’evergreen Pietro Barbella, leader del mitico gruppo de “I Santo California”, che ha cantato il famoso brano “Tornerò”. Iacentino Di Cresce, l’erede di Peppino Di Capri, è stato premiato da Cosimo Silvestro, già consigliere comunale e consigliere della CISL. Poi sono stati premiati dal prof. Di Fenza due giovani promesse Mattia Pernice e Mario Bianco. Altri premiati illustri sono stati Adriana Bruni, figlia del caposcuola della canzone napoletana Sergio Bruni e il senatore Tancredi Cimmino, genero del M° Bruni, per le loro particolari doti umani. Altro premiato il maestro e avvocato Enrico Masiello, il Ministro per le pari opportunità Mara Carfagna che, per motivi istituzionali non è stata presente e ha delegato la cugina Rosaria Maria Carfagna a ritirare il premio. Ancora, sono stati premiati il posteggiatore Bruno De Rosa, Sua Eminenza il Cardinale Crescenzio Sepe che, impegnato al Concistoro con Sua Santità Benedetto XVI, ha delegato don Franco Contini al ritiro della targa, e poi, Don Rosario Belli in rappresentanza del Don Orione di Ercolano, il chitarrista Peppe De Rosa, la Premiata Pasticceria De Riso di Minori, la scrittrice Mariolina Bencivenga, l’avvocato Carlo Dardo, il senatore Leonzio Borea che ha portato i saluti del Ministro Giovanardi e il professore Carlo Taormina che è a capo di un movimento politico in cui la solidarietà è fatta di iniziative concrete sul campo. Durante la serata l’avvocato Gennaro Torrese, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata, il medico dott. Filippo Colantonio e il giornalista Angelo Ciaravolo hanno esposto il grave problema sulla chiusura dell’Ospedale Maresca di Torre del Greco. Un ospedale  che serve un bacino di utenza di 300 mila abitanti. “E’ assurdo che nella quarta città della Campania che ha un’alta densità abitativa e ben nove circoli didattici, possano chiudere il reparto di pediatria e il pronto soccorso” – hanno sottolineato con forza Colantonio e Torrese. La salute non ha colore politico e speriamo che una manifestazione del genere possa generare il meccanismo di cittadinanza attiva e di una vera presa di coscienza. Un ospedale non va mai chiuso, ma potenziato.
Ha concluso degnamente la serata il piccolo coro del Don Orione guidato dalla Maestra Pia Ferrara. 
Nella foto: Iacentino Di Cresce, Espedito De Marino, maresciallo Massimo Nuzzo e Mimmo Cirillo.
Foto di Raffaele Zeccato.

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©