Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Presepi scenografici e diorami in esposizione

Torre del Greco - Presepi in mostra nella Chiesa di Santa Maria del Pianto


Torre del Greco - Presepi in mostra nella Chiesa di Santa Maria del Pianto
05/01/2011, 09:01

Nella Chiesa di Santa Maria del Pianto – come afferma Gennaro Marrazzo Presidente Associazione Amici del Presepe sezione Antonio D’Auria - con nove presepi scenografici, si mostra appieno il senso e lo sforzo divulgativo del presepe torrese. Inoltre, si possono ammirare sei diorami (ambientazione in scala che ricrea scene di vario genere, ndr) cui si affiancano gli allestimenti presepiali della Basilica Pontificia di Santa Croce e delle Parrocchie dello Spirito Santo, dell’Annunziata, della Madonna delle Grazie e della Madonna del Principio. Presepi, tutti realizzati dagli amici del Presepio di Torre del Greco, associazione che costituisce un’autentica sorgente viva, un elemento vivificante di un’attività generosa ed entusiasta, tesa ad esaltare la magia dell’Evento, attraverso un impegno artistico in continuo divenire. Le scenografie presepiali che si possono ammirare fino agli inizi di febbraio sono di Luigi Esposito, Domenico Bonifacio, Gioavanni Furioso, Tommaso Schiano, Giuseppe Di Maio, Ciro Mazza, Francesco Paolo D’Auria, Giovanbattista Ferraro, Francesco Avano.
La chiesa di Santa Maria del Pianto o delle Anime del Purgatorio è particolarmente ricca di significati simbolici e di storia. La cappella di Santa Maria del Pianto fu edificata nel 1664 a ridosso di un profondo pozzo scavato per seppellire la maggior parte dei torresi morti di peste nell’anno 1665 – come il Manzoni ricorda ne “I promessi sposi”. L’interno della chiesa a croce latina ha un interessante impianto barocco ad unica navata con cappelle laterali. Sull’altare maggiore composto di marmi policromi, ancora oggi si può ammirare la tela raffigurante la Madonna che libera le anime dal Purgatorio. Nella cappella di destra, detta di San Rocco, c’è una tela raffigurante il Santo che intercede presso il Redentore per ottenere la liberazione di Torre dalla pestilenza, sull’altare di sinistra c’è una tela raffigurante la Vergine Addolorata. Le tre tele sono attribuite a Francesco Celebrano (1729 – 1814) pittore e decoratore, famoso come scultore e modellatore di figure presepiali. La scelta degli Amici del Presepe Sezione Antonio D’Auria è rilevante se si pensa all’atmosfera particolarmente forte che si respira entrando nel vivo della cappella.
 

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©