Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Torre del Greco, da domani parte il "DiVino Jazz Festival"


Torre del Greco, da domani parte il 'DiVino Jazz Festival'
23/09/2009, 09:09


Parte il 24 settembre uno degli appuntamenti jazzistici napoletani più attesi dell’anno, il DiVino Jazz Festival. E questa volta la scelta è ancora più coraggiosa, non solo musica jazz e artisti raffinati e individuati con accuratezza per offrire un cartellone esclusivo a Torre del Greco, ma…musica jazz e artisti raffinati senza alcun biglietto d’ingresso.
Il DiVIno apre gratis le porte degli ex Molini Meridionali Marzoli, che lo ospita da sei anni, e apre l’intero Festival a tutta la città: novità di questa sesta edizione, oltre al libero ingresso, sono le performances per le strade del centro. L’intera città del Corallo si veste di musica, spettacoli, installazioni, aperitivi e parate nelle piazzette storiche di Torre del Greco. E il 27 sera un concerto di solo piano con Danilo Rea in omaggio a Fabrizio de Andrè sarà solo l’ouverture della giornata finale del DiVino che vede, poi, in palcoscenico ai Molini Meridionali Marzoli il Duello Latino con Fabrizio Bosso & Irio De Paula vs Javier Girotto & Gianni Iorio, uno spettacolo che alterna cadenze popolari di matrice brasiliana e approccio jazz.
“Siamo ben lieti di ospitare la VI edizione del Divino Jazz Festival a Torre del Greco - dichiara il Sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello - un appuntamento ormai consolidato sul nostro territorio e ben condiviso, dalla critica e dal pubblico, sia per le interessanti proposte di preziosi artisti che rappresentato il felice abbinamento di inedite attività multimediali a livello internazionale. Dalla musica alla danza, dalla fotografia alla pittura fino alla giusta degustazione di un buon bicchiere di vino sarà possibile apprezzare un evento denso di belle emozioni culturali e completamente gratuito”.
“Nelle molteplici attività culturali tenutesi sul territorio di Torre del Greco, la musica occupa sicuramente un posto di rilievo. – commenta Liborio D’Urzo, Assessore Cultura e Turismo del Comune - per questo che l’amministrazione comunale ha inteso recepire un progetto che da svariati anni è portato avanti da La Bazzarra e dal direttore artistico Gigi Di Luca.”
“Musica che parte dal jazz e ritorna al jazz; performing art con estemporanee e mostre, street parade, degustazioni di vino. Un programma di qualità inserito nel circuito dei Festival regionali, ricco di emozioni da sorseggiare poco per volta e che tutti potranno gustare” spiega Gigi Di Luca, organizzatore e direttore artistico del DiVino Jazz Festival.
Perché il DiVIno come da tradizione unisce le intense note della musica jazz al vino, al nettare di Bacco. Al Jei village che ogni anno si rinnova nello spazio dei Molini Meridionali Marzoli come sempre si potrà gustare dell’ottimo vino di cantine selezionate.
Il cartellone del Divino Jazz Festival 2009 apre giovedì 24 settembre con i Quintorigo ai Molini Marzoli. “QUINTORIGO plays MINGUS” è la rilettura moderna di uno dei geni innovativi del jazz, Charles Mingus (1922-1979). Il progetto curato anche nelle scenografie, reinterpreta i brani più celebri di Mingus alternati a brani della sua biografia.
Venerdì 25 settembre sarà invece la volta di Maria Pia de Vito una delle voci femminili jazz più amate dal pubblico, che porterà sul palco Mind The Gap, cover e musiche originali con arrangiamenti che uniscono l’elettronica al jazz.  Sabato 26 settembre la serata del jazz inizia presto. Alle 18, nell’isola pedonale creata dal Comuine di Torre del Greco, in città, l’aperitivo musicale è dato dalla Salerno Street Parade.Poi alle 21 ai MM Marzoli un vero pezzo da novanta, James Senese, considerato uno dei padri fondatori del Neapolitan Power. Nato all’ombra del Vesuvio negli anni ’70, è stato un personaggio chiave per la rinascita del blues e del jazz-rock napoletano. Senese presenta il suo ultimo album Cammennane, un viaggio che raccoglie gli umori musicali che si affacciano sul bacino del Mediterraneo per fonderli con i suoni di Napoli. E ancora allo spazio jazz off del jei village si chiude con la Salerno Street Parade.
Domenica 27 settembre la giornata è a tutto tondo, Torre del Greco diviene la città del jazz: già in mattinata alle 11.30 nella piazzetta di Largo Santissimo musica con i Manomanouche. Poi alle 19.30, stessa location, l’atteso Danilo Rea con un Omaggio a Fabrizio De Andrè.
Si cambia set e e alle 21.00 ai Molini Marzoli un duello a suon di note con il concerto di Fabrizio Bosso & Irio De Paula vs Javier Girotto & Gianni Iorio. A seguire nell’area jazz off ancora musica e vino con i Manomanouche.
Il DiVino èmusica jazz soprattutto,incontri, buon vino ma anche arte. A fare da scenografia al Festival saranno quest’anno le installazioni di arte contemporanea di tre artisti campani in una collettiva dal titolo “Liquido Solido”. Da visitare per le quattro giornate dl DiVino,al jei village dei MM Marzoli. Mary Fusco, Angelo Montefusco ed Eleonora Picariello danno vita ad una mostra di confronto per tre artisti, apparentemente diversi per tecniche e materie utilizzate ma che trovano in elementi comuni l’espressione della loro arte. EXTRA SENSO guarda e crea, senti e crea, gusta e crea. L’occasione sarà anche opportunità per un gruppo di giovani artisti chiamati ad esprimere la loro pittura in un’estemporanea dedicata ai 5 sensi e giudicati da una giuria di competenza che decreterà il vincitore del primo premio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©