Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Seminario della solidarietà

Torre del Greco. "Ho tempo per Te"


Torre del Greco. 'Ho tempo per Te'
08/03/2011, 12:03

Venerdì 4 marzo presso l’Hotel Casa Rossa in Torre del Greco è stato presentato il secondo seminario di psicologia, psichiatria e rete sociale: “Insieme contro la depressione”, promosso dal Centro Studi Progetti Caritas, A.S.L Napoli 3 Sud, Comune di Torre del Greco, Associazione delle famiglie sezione Torre del Greco, la Basilica di Santa Croce, l’Associazione Leo Amici, Una mano tesa nel sociale – Nuove prospettive vesuviane di volontariato. Sono intervenuti Raffaele Felaco, presidente Ordine degli psicologi della Campania, Michele Polese, presidente del Consiglio Comunale di Torre del Greco, Sofia Flauto assessore alle politiche sociali di Torre del Greco, Vittorio Guarino assessore alle politiche giovanili, Eugenio Nemoianni psichiatra direttore U.O.S.M. 57 - Unità Operativa di Salute Mentale - ASL Napoli 3 Sud, Maurilio Tavormina psichiatra responsabile Centro Diurno U.O.S.M. Distretto 57 Napoli 3 Sud, Concetta Ferrara e Claudia Bonagura psicologhe volontarie dello stesso distretto, Valerio Ciavolino presidente dell’Associazione Torre Civica, Guglielmo Di Luca presidente Associazione Centro Studi e Progetti Caritas, il coro “Canta che ti passa”, coro volontari U.O.S.M. ASL Distretto 57, il gruppo Giovani “Gesù è amore” associazione rinnovamento dello Spirito. Ha coordinato il seminario Rosa Consiglio psicologa e referente centro di prossimità Cooperando in Rete. Ha concluso il seminario Maria Michela Acampora C.S.V. di Napoli.
Il Centro Studi e progetti Caritas è un’associazione di volontariato nata grazie ad un’esperienza di collaborazione con un Centro d’Ascolto contro le povertà in uno dei quartieri più degradati e difficili della città di Torre del Greco. La sua mission riflette lo sforzo per la diffusione e promozione di quei sani potenti pilastri dell’Amore Cristiano, della Ragione, Fede, Parola di Dio, attraverso un generoso e costante modello progettuale di umile vita associativa per uno sviluppo imprenditivo locale del Terzo Settore. Un terzo settore meno assistenzialistico, ma ricco di sane opportunità per chi ha bisogno. Un gioioso impegno per concorrere ad un concreto sviluppo sostenibile, imprenditivo, con il suo crescente indotto lavorativo, donando “Buone Prassi, Know How”, sfidando quelle sterili perdenti forme di egoismi chiusure e paure che ostacolano e rallentano una giusta crescita economica ed occupazionale. L’associazione promuove azioni di coprogettazione sociale/imprenditiva, con un’unione di intenti – rafforzando la rete non profit locale laica e religiosa, attraverso un tenace e concreto impegno. In tal senso l’associazione è impegnata con costante tenacia in diversificati fronti progettuali, al fine di cooperare per lo sviluppo locale di Follow-up, di Rete sociale, di Cittadinanza attiva, ed in particolare promuove i Valori dell’Amore Cristiano, della Famiglia, della Solidarietà, quelli della Saggezza delle persone anziane. Con perseveranza e tenacia sollecita efficaci azioni di prevenzione contro i disagi giovanili, il dramma della disoccupazione, le solitudini, le dipendenze, le mille indifferenze che raffreddano l’amore e fanno crescere l’egoismo. L’associazione ha un team di persone esperte in vari campi che promuovono: concreti modelli di progettazione nel terzo settore per contrastare povertà, emarginazioni, degrado urbano, parzialità, ingiustizie, cooperare alla costruzione di fattibili iniziative a breve e medio termine per un condiviso sviluppo sociale, economico, lavorativo del Terzo Settore.
Il progetto Cooperando in Rete è stato realizzato e proposto dall’Associazione di Volontariato Centro Studi e Progetti Caritas che promuove iniziative di coesione sociale. La mission associativa riflette un generoso sforzo per la diffusione di buone prassi e di quei potenti pilastri della Solidarietà, Fratellanza e dell’Amore Cristiano. L’obiettivo principale di questo progetto è promuovere, valorizzare e diffondere tra i cittadini il ruolo principale del volontariato attraverso lo sviluppo dei valori della Solidarietà e della Famiglia.
Cooperando in rete ha l’obiettivo di potenziare i fattori di coesione sociale, valorizzando i vantaggi umani, sociali ed economici di stare in rete, di costruire perseveranti forme di sussidiarietà, dialogo, concertazione, “utilizzando il tempo che ordinariamente si spreca nel riparare i danni, a trovare il sistema per prevenirli” – diceva Don Tonino Bello. Mediante costanti momenti di concertazioni e periodici seminari, si acquisiranno gli strumenti adatti per la promozione di nuovi ponti, relazioni, iniziative di collaborazione e sussidiarietà, che agevoleranno il ruolo di advocacy del volontariato e del terzo settore locale. Il punto di forza del progetto sarà dunque la partecipazione, rafforzata da un largo partenariato, che rappresenta un fortissimo antidoto di prevenzione e contrasto contro forme di emarginazione e crescenti malesseri sociali.
Ho tempo per Te è lo sportello di prossimità e aiuto e di prevenzione contro depressioni e forme di dipendenze. Offre consulenze psicologiche gratuite in via Salvator Noto, 3 – adiacente alla Basilica di Santa Croce il martedì mattina dalle 10,30 alle 12,00 e il giovedì sera dalle 19,00 alle 20,30. Per informazioni è possibile collegarsi in rete ai siti www.cooperandoinrete.org e www.torrecentrostudieprogetticaritas.org oppure si può telefonare al numero gratuito 800 126 483.
L’associazione di volontariato Leo Amici Una mano tesa nel sociale, con sede operativa in via Calabria, 25 Torre del Greco, opera in iniziative di prevenzione e contrasto ai fattori di esclusione sociale, povertà, dipendenze a favore delle fasce deboli, ai sensi della Legge Quadro sul Volontariato n. 266/91. L’associazione si ispira ai Valori d’Amore Cristiani e agli insegnamenti di Leo Amici, con il fine di contribuire a contrastare le mille indifferenze ed egoismi, che attanagliano le nostre comunità, alimentando i problemi delle crescenti forme di dipendenze e malesseri sociali. Scomparso nel 1986, Leo Amici è fondatore ed ispiratore dei principi cristiani ed umanitari dell’Associazione Dare presso Lago di Monte Colombo a Cattolica. Poeta, filosofo, maestro, nella sua missione al servizio di Dio ha lasciato scritti, poesie, testimonianze di fede e amicizia, strutture a beneficio dell’umanità e in chi lo ha incontrato una traccia indelebile: la pace, la serenità e un amore senza confini.
L’Afi Associazione delle Famiglie – Confederazione italiana www.afifamiglia.it- è nata nel 1991 a Verona, si sta diffondendo in tutto il territorio nazionale. L’Associazione, senza fini di lucro, laica e apartitica per statuto, opera per la promozione della famiglia e perché la famiglia recuperi il diritto di cittadinanza che le spetta, al livello sociale e politico. L’Afi è una realtà costruita da famiglie, animata da famiglie, per le famiglie, convinta che la famiglia sia una risorsa irrinunciabile per una società che abbia al centro la persona. La società di oggi vorrebbe costruirsi a misura di individuo, senza considerarne l’appartenenza ad un nucleo familiare. L’identità di ognuno di noi, invece, deriva fondamentalmente dall’ambiente familiare in cui vive. La famiglia è nucleo fondante della società, luogo dove i nuovi cittadini nascono, si formano e si educano nel rapporto di relazione tra le generazioni. Organizzare una società ignorando questa realtà significa non costruirla a misura d’uomo. L’Associazione delle Famiglie nasce dal desiderio di promuovere una più efficace presenza sociale e politica della famiglia, attingendo ai valori propri della Costituzione italiana e della Carta dei Diritti della Famiglia. Scriveva Papa Giovanni Paolo II “L’Avvenire dell’umanità passa attraverso la famiglia… il Bene della società e di se stessa è profondamente legato al bene della famiglia”.
 

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©