Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Dal 25 giugno all'8 luglio diciassette opere in concorso

Torre del Greco: "I fiori del Mare" Prima Edizione della Mostra - concorso di Pittura presentata al Circolo sociale Guido Mazza


Torre del Greco: 'I fiori del Mare' Prima Edizione della Mostra - concorso di Pittura presentata al Circolo sociale Guido Mazza
23/06/2010, 08:06

Martedì 22 giugno, conferenza stampa nei locali di Corso Vittorio Emanuele del Circolo Sociale “Guido Mazza” che, nell’ambito di un profondo rinnovamento culturale, ha indetto una mostra concorso di pittura  dal titolo evocativo “I fiori del Mare”, con la collaborazione della Galleria d’arte di Luigi Madonna, consulente artistico dell’evento.
Con questa prospettiva il Circolo, presieduto da Pasquale Sannino, istituisce un premio annuale avente la finalità di promuovere le vocazioni culturali ed artistiche del territorio torrese.
Questa iniziativa rappresenta un omaggio alla Pittura e ai suoi artisti, ma anche un campanello di richiamo alla Città, affinché questa si desti dal torpore culturale in cui versa da alcuni anni.
Sannino e il comitato organizzatore vogliono rilanciare le attività del Circolo alla luce di un nuovo e più ricco programma di contributi, attraverso iniziative concrete e di spessore.
“Non si tratta di una gara – ci tiene a precisare il presidente del Sodalizio più antico di Torre del Greco. Lo scopo di questa mostra – concorso, continua il Presidente, vuole sottolineare il valore della cultura intesa nella sua accezione di bene condiviso”.
“Quest’anno il Premio è dedicato alle arti figurative, aggiunge Giuseppe Sbarra – neo socio del Circolo e giornalista professionista - non escludiamo che in futuro possano essere programmate altre iniziative dedicate alla Pittura, o all’arte dell’Incisione e alla Narrativa. E’ auspicabile che anche le Istituzioni locali possano contribuire sostenendo gli sforzi del Circolo “Guido Mazza” per il rilancio culturale di Torre del Greco. I questa occasione, a promuovere il vernissage ci ha pensato il Cavaliere del Lavoro la signora Grazia Bottiglieri Rizzo che, quale imprenditrice ed esponente del mondo dell’Informazione, avverte fortemente il proprio sentimento di appartenenza al popolo torrese”.
Sbarra, quindi, ha letto il messaggio di auguri inviato dalla signora Bottiglieri che ha auspicato un ampio successo di pubblico e di critica, precisando che iniziative del genere sono qualificanti occasioni di incontro tra le forze attive della città, tese a vivificare il tessuto sociale, economico e produttivo cittadino.  
Diciannove sono i partecipanti, di cui due fuori concorso - i maestri Salvatore Flavio Raiola e Ciro Adrian Ciavolino.
Due sono le donne pittrici: Maria Scognamiglio e Raffaella Vitello. Altri diciassette artisti partecipano alla valutazione della giuria. Tra maestri affermati e giovani promesse, varie sono le scuole di pittura e non mancano intuizioni geniali.
 
Le diciannove opere rimarranno esposte dal 25 giugno fino all’8 luglio, quando si terrà la serata della premiazione.
Saranno consegnate due targhe, la prima intitolata alla memoria al Maestro Antonio Madonna, recentemente scomparso, e l’altra dedicata alla Carriera al Maestro Giuseppe Ciavolino,  un artista che ha raggiunto la veneranda età di 92 anni: pittore, scultore, direttore della Scuola statale di Torre del Greco e, sicuramente, autorevole testimone della Città.
I premi sono stati realizzati dal maestro Franco Battiloro che è la massima espressione corallina nel campo. I manufatti, oltre al valore intrinseco, esprimono rilievo artistico costituendo un degno suggello all’iniziativa. Le tre opere premiali sono state realizzate in argento dorato e rodiato, con innesti di corallo e topazi su base in agata nevata. I tre premi riportano la sigla R.B.D. Rizzo Bottiglieri De Carlini Armatori S.p.A.
La giuria annovera illustri esponenti del mondo dell’arte e della critica di richiamo nazionale, sui cui nomi c’è il più stretto riserbo. Unica notizia resa nota è il nominativo del presidente di giuria: Nino D’Antonio, un nome di notevole rilievo nel difficile campo della critica d’arte.
Sannino e Sbarra hanno fatto presente che nessuno dei sette giurati è cittadino di Torre del Greco.
Durante il trascorrere delle due settimane, al Circolo “Mazza” i visitatori potranno ammirare le opere dei seguenti artisti: Luciano Bracale, “I gozzi”; Ciro Adrian Ciavolino, “Il ventaglio”; Vincenzo Ciliberto; “Pescatori”; Nicola Consiglio, “Il porto”; Vito Esposito, “Marina di Portosalvo”; Giacomo Fiorentino, “Campagna torrese in maggio”; Antonio Froncillo, “Torre sei nel mio cuore”; Donato Frulio, “Come la vorremmo: cinta di fiori”; Francesco Iuliano, “La città tra Vesuvio e mare”; Vincenzo Matrone, “L’incontro”; Ciro Palladino, “Senza titolo”; Raffaele Panariello, “Dove c’era una volta…”; Salvatore Flavio Raiola, “Fanciulla in Villa Prota”; Filippo Romito, “Ricordo di una giornata a Portosalvo”; Maria Scognamiglio, “Corallo”; Luigi Seme, “Cantieri Palomba”; Salvatore Seme, “La torre di Bassano vista da un laboratorio torrese”; Antonio Solvino, “Ai piedi dei Camaldoli”; Raffaella Vitello, “Madre Terra”.
Inoltre,  ai quadri esposti in sala, si potranno ammirare alcuni disegni esposti in una bacheca. Si tratta di raffigurazioni ricavate da incisioni su conchiglia. Le nuances presenti sui cammei sono una tecnica che si pone tra incisione e pittura, rafforzando le vocazioni e l’identità del territorio torrese.
 
Nella foto: Pasquale Sannino e Giuseppe Sbarra.
 

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©