Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Il 29 e 30 maggio esposizioni di manufatti in via Roma

Torre del Greco: Mostra Mercato dell'Artigianato torrese


Torre del Greco: Mostra Mercato dell'Artigianato torrese
31/05/2010, 13:05

L’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Torre del Greco, la Pro-Loco e l’Associazione Presepisti torresi, hanno organizzato nel week-end del 29 e 39 maggio scorso “Artigianando … in Via Roma – Mostra Mercato dell’Artigianato torrese”.
Un percorso tra storia e arte che richiama gli antichi mestieri della Città corallina.  In bella mostra ci sono le opere realizzate da Luca Pepe. Con dovizia di particolari l’artista torrese ricostruisce fedelmente gli strumenti utilizzati nei mestieri di una volta. Le fornacelle, il tostatore di caffè, i carretti, i carrocci ambulanti, i botti, i tini, le pipe e i bastoni e poi i banchi dell’arrotino, del falegname, del pescivendolo rappresentano la storia di un tempo che ancora è presente nei vicoletti della Città corallina. La “poesia” dell’artigianato in questi due giorni è stata racchiusa nel centro storico di Torre del Greco, l’antica strada del commercio.
Soddisfatto dell’iniziativa è il presidente dell’Associazione Presepisti Torresi Enrico Cigliano che mostra con orgoglio le opere realizzate dagli studenti dell’Associazione intitolata a “Salvatore Longobardi”. L’antica tradizione di manufatti è tramandata ai giovani che amano l’artigianato tanto da fondere passione e professionalità nelle loro opere.
Sulla via maestra della creatività i giovani talenti di Torre del Greco forgiano con abilità e fantasia il proprio destino. Albert Camus, romanziere, filosofo e drammaturgo francese diceva che “… creare è dare una forma al proprio destino”.
Raffaele Sporti, Presidente dell’ATOM  - Associazione Malati e Trapiantati di Organo, mostra il Campanile di Santa Croce realizzato con gli stuzzicadenti, opera che ha richiesto pazienza e cura minuziosa dei particolari.
Amalia Vernacchia dell’Associazione Ritagli ha esposto i suoi numerosi Bambobimbi, pupazzi – sculture. “Dolci, teneri, simpatici, fantastici, queste sono le caratteristiche delle mie creature – afferma con entusiasmo Amalia Vernacchia - partoriti da magici momenti creativi, capaci di trasferire la dolce irrealtà nel mondo reale, donando piccoli spazi di infantile felicità”.
Presenti, inoltre, gli stand dell’Associazione Torre Art di Mario Orrendo, della Pro-Loco di Torre del Greco e di altri artigiani locali.
Quando l’arte non si risolve in mimesi e tautologia, ma estrinseca un’anima dalla quale fervono i moti dell’inconscio e delle passioni civili, allora ha compiuto se stessa.
 
Nella foto: Amalia Vernacchia e i Bambobimbi

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©