Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Al circolo nautico la cultura naviga a vista

Torre del Greco: musica e poesia con Susanna Canessa e Rossella Tempesta


Torre del Greco: musica e poesia con Susanna Canessa e Rossella Tempesta
10/05/2010, 17:05

Una serata di musica e poesia ha allietato il pubblico presente nella sala degli eventi del Circolo Nautico di Torre del Greco presieduto da Aldo Seminario che, l’8 maggio scorso, ha introdotto dopo i saluti del Sodalizio sportivo, un momento culturale di grande rilievo voluto ed organizzato da Giovanni D’Amiano, il medico poeta con la passione per la cultura.
Musica e poesia con due donne dalle straordinarie capacità comunicative espresse l’una con la musica e l’altra con i versi: Susanna Canessa, violoncellista e cantante e Rossella Tempesta, poetessa e cultrice letteraria.
Susanna e Rossella, ambedue napoletane, sono legate da una profonda amicizia. E’ talmente grande la solidarietà tra le due che alle performance di una corrisponde un sentimento d’ammirazione dell’altra.
Canessa è titolare della cattedra di “Teoria del solfeggio e dettato musicale” al Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino. Tempesta è insignita di vari premi letterari tra i quali il prestigioso Premio Salvatore Quasimodo e l’altrettanto autorevole Premio Sandro Penna.
La Violoncellista si è esibita con il fratello Brunello, con Monica Doglione, Francesco de Laurentis e Dario Mennella eseguendo alcuni brani tratti dall’ultimo CD intitolato “Nefeli”.
La musica folk americana si è alternata ai brani classici napoletani anche tra struggenti melodie provenienti da altre regioni del mondo. Canzoni che parlano d’amore, ma anche di violenza alle donne e, poi storie di passione che attraversano la mitologia ed altre che contestano e condannano la guerra.
E’ una voce dolce, soave che penetra nell’anima quella di Susanna Canessa. La sua voce e i suoni echeggiati dagli strumenti hanno pervaso le coscienze di ognuno degli spettatori. L’amore, la passione, il dolore della violenza subita da Nellie Kane, l’ossessione del fantasma che la incombe (mimato straordinariamente dalla giovane attrice Claudia Natale), il disprezzo per la guerra sono emersi in tutta la loro intensità. Una perfomance davvero unica ed eccezionale, degna sicuramente dell’usignolo di Woodstock Joan Baez a cui la Canessa ha voluto dedicare la compilation “Nefeli” unitamente al suo maestro Alain Meunier che ha profuso nell’Artista la passione per la musica classica. Una passione che emerge con alcuni brani di J. S. Bach per violoncello.
Rossella Tempesta ha presentato la sua ultima pubblicazione dal titolo “L’Impaziente”. Claudia Natale ha letto, con raffinata dizione, alcune belle poesie contenute nel volume. Poesie intense, ricche di sentimenti non di rado contrapposti.
Anche la stessa Poetessa ha voluto leggere una sua poesia. Versi dedicati alla sorella che non c’è più. Versi intensi, intrisi di emozione.
Un’armonia di inusitata magnificenza si è impossessata di questa serata. Un evento splendido che il Circolo Nautico di Torre del Greco e Giovanni Damiano hanno regalato ai tanti presenti.
Un momento di riflessione sull’importanza della diffusione della cultura – in ogni sua espressione – a Torre del Greco. L’auspicio è che gli uomini delle istituzioni si facciano carico di tali esempi e trovino anche il tempo per donare alla Città un nuovo percorso in ambito culturale che si discosti dall’assordante silenzio di questi anni.     

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©