Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Cantiere accessibile ai curiosi

Torre Toledo, degradata e restaurata solo a metà

Rifiuti, erbacce e preservativi usati nello storico edificio

.

Torre Toledo, degradata e restaurata solo a metà
05/07/2013, 11:41

POZZUOLI - Si trova a Pozzuoli l’edificio in rappresentanza dell’ennesimo spreco economico ed urbano. Si tratta della Torre Toledo, storica roccaforte del ‘500, testimonianza della dominazione dei viceré spagnoli nella provincia di Napoli. Un tempo sede di palazzi, carceri, ospedali,la Torre è oggi un opera di restauro lasciato a metà, con intonaco pronto e fili per la corrente elettrica installati da una parte ed assi di legno, vetri rotti e erbacce dall’altra. Nella Torre è infatti davvero semplice accedere attraverso un varco aperto nel recinto del cantiere che la circonda, abbandonato  ormai da tempo. Eppure il restauro incompleto, la pericolosità dei vari buchi aperti nel pavimento mancante e dei vetri appuntiti sparsi qua e là non scoraggiano la presenza di curiosi che vi si addentrano. Le diverse scritte sui muri, anche recenti, la presenza di residui di cibi e bibite e persino di preservativi usati, sono ulteriori testimonianze del degrado e dell’abbandono di cui è oggetto l’edificio, divenuto luogo di svago per ragazzini. Secondo il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, la ripresa dei lavori dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno, dopo la partenza dei finanziamenti per riqualificare l’area che, secondo i progetti, dovrebbe diventare un polo culturale ed una biblioteca. Fino ad allora non resta che assistere con rammarico alla situazione. 

Commenta Stampa
di Denise Penna
Riproduzione riservata ©