Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

Turismo: Dopo Libia e Giappone, Robintur illustra le nuove mete dei napoletani per Pasqua


Turismo: Dopo Libia e Giappone, Robintur illustra le nuove mete dei napoletani per Pasqua
31/03/2011, 16:03

Come sono cambiate le abitudini di prenotazione dei napoletani e degli italiani nell’ultimo mese? Drasticamente, parola di Giuseppe Ambrosino, il presidente di Via con Noi che sabato 2 aprile alla Mostra d’Oltremare presenterà lo studio fatto dal gruppo Robintur/Via con Noi in occasione del convegno promosso lo stesso giorno a partire dalle ore 13 presso la sala Mediterraneo.

Non a caso, il mercato dell’area mediorientale africana, e quindi non solo la Libia ma anche la Siria e la Giordania, pur avendo conosciuto un notevole incremento dei viaggi di lusso negli ultimi anni è ovviamente crollato a seguito della guerra e con esso anche le destinazioni non immediatamente limitrofe come Tunisia “perché la gente – spiega Ambrosino – è genericamente impaurita da tutto quanto possa accadere di qui a breve in quella zona e quindi preferisce optare per mete più sicure”. La crisi libica quindi starebbe facendo la fortuna di Spagna, Croazia e perché no Italia, con il risultato finale che spesso “capita di prenotare dalla Campania per la Campania – continua Ambrosino – visto che i nostri clienti hanno imparato ad apprezzare le bellezze paesaggistiche di casa nostra ed in particolare Ischia ed il Cilento”.

Ancora, la tragedia del Giappone ha parimenti colpito l’immaginario collettivo al punto che le compagnie aeree hanno già predisposto delle facilitazioni per quanti intendano disdire o posticipare voli anticipatamente prenotati, laddove nessuno si azzarda a mettere piede in terra nipponica ma non solo. Anche le classiche mete dei viaggi di nozze, come la Polinesia e le isole Fiji, subiscono una sorta di sindrome da nube tossica, in virtù della quale molte giovani coppie temono che anche mete apparentemente paradisiache possano essere raggiunte da radiazioni e preferiscono quindi optare, ad esempio, per i Caraibi.

E per Pasqua? “Trattandosi di una festività che quest’anno ricadrà in un periodo alto della stagione – conclude Ambrosino – stiamo notando un deciso incremento delle capitale europee, che reggono sempre, ma anche degli agriturismi e soprattutto delle località della Sicilia e della Calabria, nella speranza di trovare il sole. Per agosto invece tutta l’Italia ha già conosciuto un rilancio sulle tempistiche di prenotazione pari al 15%: molti hanno anticipato la proprie scelte”.

L’evento, moderato da Ornella Mancini, vedrà la partecipazione del presidente Robintur Marco Ricchetti e del presidente I.T.C. Francesco Ammirati cui spetterà principalmente il compito di esporre il consuntivo dell'operato dei primi cinque anni di attività del gruppo e gli obbiettivi raggiunti a partire dalle cento agenzie affiliate nel mercato del Sud Italia e la realizzazione di una programmazione specifica per le agenzie affiliate del Sud a cura dell’unità con sede a Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©