Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Turismo e sociale: l'Orto della Spernza di Cava de'Tirreni


Turismo e sociale: l'Orto della Spernza di Cava de'Tirreni
09/12/2011, 15:12

Valorizzazione turistica e integrazione sociale: domenica 11 dicembre presso l’Orto botanico ‘Ildebrando Milano’ di Villa Agnetti di Pregiato, nel Comune di Cava de’Tirreni, sarà presentato il progetto “Orto della Speranza” ideato dall’Asl Salerno 1 e realizzato d’intesa con l’Azienda di Soggiorno e Turismo di Cava de’Tirreni nell’ambito della XVII edizione di ‘Itinerari d’Ambiente’, consolidata iniziativa di valorizzazione turistica, storica ed ambientale finalizzata alla riscoperta della biodiversità e delle erbe medicinali presenti nei parchi metelliani e la cui terza escursione, alla ricerca della Calendula Officinalis, per l’occasione domenica farà tappa proprio a Pregiato.



Nel corso della cerimonia, prevista per le ore 11 in Villa Agnetti, sarà illustrato il fine terapeutico dello spazio botanico istituito dall’UO Salute Mentale di Cava de Tirreni/Costa d’Amalfi. Attraverso i circa duemila metri e le 4 aiuole dell’Orto di Pregiato, l’Asl Salerno 1 intende così affermare percorsi di recupero e sostegno alternativi a quelli farmacologici e destinati ai pazienti del Centro di Salute Mentale di Cava avviati sulla strada della piena socializzazione e integrazione: l’’Ildebrando Milano’, quindi, aspira a diventare orto botanico terapeutico e ad affiancare la sua esperienza a quelle (già positive) degli ospedali Gaslini di Genova e di Monza. L’Orto sarà anche uno spazio di suggestione storica: le sue rare piante officinali, infatti, lo collegano idealmente alla millenaria Abbazia Benedettina in un percorso unico di riaffermazione delle più antiche e nobili tradizioni cavensi. In particolare nell’Orto sono messe a dimora alcune tra le piante della flora della valle metelliana di cui c’è traccia nei rilievi botanici rinvenuti nella Biblioteca dell’Abbazia della Santissima trinità e curati da Padre ‘Ildebrando Milano’, al quale l’Orto è intitolato.



La realizzazione del progetto, sostenuto dalla Regione Campania, dall’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno e dalla Provincia, si è resa possibile grazie alla sottoscrizione di apposito protocollo d’intesa tra Comune di Cava de’Tirreni, Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, Asl Salerno 1 e Coldiretti provinciale ed al fattivo coinvolgimento dell’Università degli Studi di Salerno (Facoltà di Farmacia).



Alla cerimonia, che si concluderà con la degustazione delle tisane preparate con le erbe aromatiche prodotte, prenderanno parte, tra gli altri,; Marco Galdi (Sindaco di Cava de’Tirreni); Walter Di Munzio (Direttore Dipartimento Salute Mentale ASL Salerno 1); Michele Buonomo (Presidente Legambiente Campania); Luigi Napoli e Alessandro Schillaci (Consiglieri Provincia di Salerno); Ferdinando Della Rocca (Presidente C.A.I. sez. Cava de' Tirreni); Vincenzo De Feo (professore ordinario cattedra Botannica Facoltà Farmacia università Salerno); Vincenzo Galdi (Federazione Coltivatori Diretti); Giovanni Baldi (Consigliere regionale- Presidente Commissione Turismo) ed il sen. Alfonso Andria.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©