Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

Turismo e web 2.0: anche di questo si parla a Ravenna Future Lessons 2012


Turismo e web 2.0: anche di questo si parla a Ravenna Future Lessons 2012
11/10/2012, 17:46

Dopo il grande successo dell’anteprima con la lezione magistrale dell’economista internazionale Luigi Zingales, è ora pronta a partire la terza edizione di Ravenna Future Lessons, dal titolo “Cervelli che vanno e che restano”. L’evento, in programma dal 23 al 25 ottobre alla Casa Matha di Ravenna (piazza Andrea Costa, 3), è ideato e realizzato dallo Studio Giaccardi & Associati con lo scopo di preparare i giovani alla cultura d’impresa nel nuovo millennio. Le lezioni sono occasioni d’apprendimento, scambio, scoperta e approfondimento finalizzate a coinvolgere i giovani che studiano, cercano occupazione o già lavorano, vogliono fare impresa, hanno un’idea-progetto e cercano supporti, esperienze e investitori per fare start-up.

 

Cinque le sezioni tematiche proposte a Ravenna Future Lessons: cultura digitale e creatività, innovazioni e tecnologia, turismo e web 2.0, green economy, design e ambiente. A parlarne saranno alcune tra le più autorevoli personalità a livello nazionale, per un totale di oltre venti relatori provenienti dal mondo accademico - Università Bocconi e Statale di Milano, Università di Bologna, Università di Urbino, Università IULM di Milano - e non solo: imprenditori, professionisti e blogger. Un programma ricco di contenuti che in anteprima porta a Ravenna ideatori delle misure per lo sviluppo digitale del Governo italiano, esperti “nomadi” che trasformano le vecchie economie chiuse in reti aperte, innovatori “seriali” nel turismo e dentro le smart city, fino a farci conoscere uno studente di 22 anni, Marco De Rossi, in grado di mobilitare circa 800 progetti di start up da tutta Italia. Inoltre, fra i tanti ospiti d’eccezione, ci sarà la partecipazione straordinaria dell’attore Ivano Marescotti che interpreterà la “Lettera al turista” di Robi Veltroni.

 

L’apertura di Ravenna Future Lessons 2012, martedì 23 ottobre ore 16, è affidata alla lezione magistrale di Andrea Lipparini, docente di Gestione dell’Innovazione alla facoltà di economia dell’Università di Bologna. Il Professor Lipparini parlerà proprio dei “cervelli che vanno e che restano”. Quanto pesa nell’economia italiana la fuga dei cervelli e quanto contribuiscono invece i “cervelli che restano” al benessere del Paese? Un’analisi in controluce per ripensare i modelli di collaborazione nelle università, nei centri di ricerca, nei percorsi di lavoro e di neo impresa.

Nella serata del 23, dalle 18.30 alle 20.30, è inoltre in programma il laboratorio sul progetto “I quaderni della felicità”, nato da un’idea di Francesco Schianchi (docente del Politecnico di Milano). Al termine di RFL 2011, Schianchi propose la creazione di un laboratorio inedito per mettere a punto un progetto operativo da sottoporre alla città che, dopo le antiche glorie, vuole farsi capitale europea della cultura in un futuro più partecipato e più sostenuto dai giovani. Il laboratorio, gratuito, è riservato ad un massimo di 15 partecipanti previa registrazione sul sito www.ravennafuturelessons.it.

 

Mercoledì 24 ottobre si parte alle ore 9 con la sezione dedicata a cultura digitale e creatività. In programma gli interventi di: Giovanni Boccia Artieri (docente di sociologia e nuovi media all’Università di Urbino), Luisa Carrada (consulente di comunicazione, docente di scrittura professionale, blogger e ideatrice di www.mestierediscrivere.com), la ravennate Alessandra Farabegoli (web strategist e appassionata divulgatrice della cultura della rete), Marco Zamperini (responsabile dell’ufficio innovazione di NTT DATA Italia e docente all’Università IULM di Milano). Inoltre, Livia Bosi e Giuseppe Giaccardi interverranno per parlare in anteprima di “Web Economy 2013”.

La sessione pomeridiana partirà alle ore 14.30 e sarà dedicata a innovazione e tecnologia. Ne parleranno: Mario Mariani (co-fondatore di Tiscali e componente della task force per le start up istituita dal Ministero dello sviluppo economico), Marco de Rossi (fondatore della piattaforma di scuola gratuita ondine www.oilproject.org e consulente per Working Capital Accelerator di Telecom Italia), Laura Coradeschi (consulente e formatrice d’internazionalizzazione d’impresa), Marina Perego (consulente d’ingegneria del processo e docente all’Università Statale di Milano), Michele Vianello (direttore generale di VEGA – Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia, ideatore del portale “Cittadinanza digitale”). Inoltre, verrà raccontata l’esperienza delle start up di Berlino, la città nella quale talento, idee, innovazione e neo impresa trovano il contesto più fertile per esprimersi e realizzarsi.

 

Giovedì 25 ottobre alle ore 9 il tema sarà turismo e web 2.0. Gli interventi previsti sono quelli di: Rodolfo Baggio (docente di computer science  all’Università Bocconi di Milano), Giancarlo Carniani (fondatore di BTO – Buy Tourims Online Firenze), Mikaela Bandini (esperta di marketing digitale e fondatrice di www.viaggidiarchitettura.it), Fabio Lalli (fondatore  di IQUII e dell’Associazione Indigeni Digitali), Francesco Astolfi (responsabile e-commerce di TUI.it), Robi Veltroni (consulente di social media e fondatore di Officina Digitale), Andrea Zironi (capo analista Studio Giaccardi & Associati e fondatore del blog www.fuoridallascatola.it). Partecipa alla mattinata l’attore Ivano Marescotti che leggerà la “Lettera al turista” di Robi Veltroni.

Dalle 14.30 spazio alla green economy con l’intervento di Luciano Tommasi (Enel Lab) e a design e ambiente con gli interventi di: Luca De Biase (caporedattore de Il Sole24Ore, in collegamento via skype), Paolo Bonaretti (direttore generale Aster Emilia-Romagna per Smart City Bologna), Valentino Sevino (responsabile area pianificazione mobilità Comune di Milano), Martina Toffolo (Assessore urbanistica comune di Pordenone), Marianna Panebarco e Nadia Carboni (Comitato Ravenna 2019).

 

Ravenna Future Lessons è ideato e realizzato dallo Studio Giaccardi & Associati – consulenti di direzione, con il contributo di Camera di Commercio di Ravenna e Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, in collaborazione con Associazione culturale Ravenna Innovazione. La direzione culturale è di Giuseppe Giaccardi e Lidia Marongiu, ai quali spetterà anche il compito di coordinare i vari interventi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©